Il vuoto lasciato da Michael Schumacher nel mondo della Formula 1 è immenso: ad acuire la sensazione della sua assenza, inoltre, c'è il silenzio sulle sue condizioni di salute dopo l'incidente che, ormai 5 anni fa, mentre sciava sulle nevi di Meribel, ha cambiato per sempre la sua esistenza.

Giancarlo Fisichella e Michael Schumacher – Getty images
in foto: Giancarlo Fisichella e Michael Schumacher – Getty images

Il ricordo commosso di Fisichella

Da quel giorno è sceso un velo di silenzio sulle sue condizioni: la famiglia, insieme agli amici più cari, si è stretta intorno al campione in difficoltà tirando su un muro oltre il quale è praticamente impossibile andare. Tra coloro che vorrebbero vedere di nuovo il volto del sette volte campione del mondo di Formula 1 c'è anche Giancarlo Fisichella, un passato in comune in Ferrari e tante battaglie in pista.

Mi piacerebbe riabbracciarlo e parlare con lui. Gli racconterei quello che sta facendo il figlio Mick, che sta crescendo, che sta vincendo e che, probabilmente, diventerà un campione come lui – ha raccontato su Rai1 il pilota romano -. Spero davvero con tutto il cuore che possa riprendere una vita normale. Mi informo sulle sue condizioni di salute, ma non si sa niente. Come collega è stato un avversario incredibile, ha scritto la storia della Formula 1. Averci corso insieme mi ha dato tanto, e quelle poche volte che gli sono arrivato davanti mi ha reso ancora più orgoglioso, perché lui è un grande campione.

Un ricordo sinceramente commosso quello dell‘ex pilota della Rossa che ha voluto ricordare il suo avversario in pista con il quale condivise anche il box Ferrari: entrambi, infatti, hanno avuto un passato importante con la scuderia italiana. Sono pochissime le informazioni sulle condizioni di salute di Michael Schumacher: il tedesco, infatti, seguito da una equipe di medici 24 ore su 24, continua a lottare per cercare di tornare ad avere una vita normale. L'ultimo a raccontare delle sue condizioni era stato Padre Georg, arcivescovo che lo era andato a trovare nell'estate 2016, che aveva ammesso come Schumacher "sia in grado di percepire l'amore che lo circonda" trovandolo il suo volto "uguale a prima, solo un po' più pieno". La speranza di tutti gli appassionati dei motori è quella, un giorno, di poter rivedere finalmente il campione anche se, ogni giorno, la fiammella della speranza diventa più flebile.