Folle gara in autostrada, nel cuore del pomeriggio, tra due auto di grossa cilindrata. Una bravata che ha fatto registrare decine di segnalazioni alla centrale della Polstrada e che domenica si conclusa con il sequestro di auto, patenti e denuncia per i due conducenti. A finire nei guai un 23enne vicentino e un 43enne di nazionalità ungherese, fermati nel veneziano dalla stradale, dopo un inseguimento sul filo dei 200 km/h. Tra i due automobilisti tutto sarebbe iniziato con un sorpasso, probabilmente non gradito dall’altro conducente che, replicando a gran velocità, ha innescato una corsa per oltre 50 km/h.

Folle gara n autostrada, i due fermati dopo 50 km.

La prima segnalazione è giunta dalla A4, Brescia-Padova, a Vicenza: due Bmw, una 120D e una 525D, lanciate ad altissima velocità e impegnate in sorpassi spettacolari quanto pericolosi. Da quel momento più segnalazioni di automobilisti che da Vicenza viaggiavano verso Venezia hanno fatto diramare l’alert della stradale ai colleghi delle province limitrofe, compresa quella di Venezia. E proprio nel veneziano, imboccato il Passante di Mestre, in direzione Trieste, che i due automobilisti si sono ritrovati le auto della polizia alle spalle. A quel punto è scattato l’inseguimento, durato pochi chilometri, il tempo di guadagnare l’uscita al primo casello utile, a Martellago. Nessun tentativo di fuga da parte dei due che hanno dichiarato di non conoscersi. Versione plausibile secondo gli investigatori ma che non ha convinto la Polstrada, visto che i due hanno anche negato di aver dato via a una gara. Per Il 23enne e il 43enne è subito scattato il ritiro della patente e il sequestro del veicolo ai fini della confisca. I due dovranno inoltre rispondere di violazione dell’articolo 9 del Codice della Strada che vieta competizioni non autorizzate.