Undici team, 22 piloti e una nuova era pronta ad iniziare: sono queste le prerogative con le quali parte la quinta stagione della Formula E, il campionato mondiale dedicato alle auto 100% elettriche. Un nuovo format e nuove vetture quelle che prenderanno il via dall'Arabia Saudita, prima gara di un anno che si annuncia particolarmente ricca, dove il 15 dicembre si spegneranno i semafori dando ufficialmente inizio alla stagione 2018/19.

Gen2 e Attack Mode, ecco le novità

La quinta stagione è quella della svolta per la Formula E a partire dai veicoli utilizzati; per la prima volta, infatti, faranno il loro debutto le Gen2, vetture capaci di raggiungere i 280 km/h accelerando da 0 a 100km/h in meno di 3 secondi e che permetteranno di disputare l'intera gara senza costringere i team a cambiare auto a metà corsa. Quella legata alle auto, però, non è l'unica novità: da quest'anno, infatti, le auto avranno l'Halo – proprio come in Formula 1 – dotato di una serie di luci a Led che permetteranno agli spettatori di riconoscere le differenze di potenza usate in quel momento e una nuova modalità, chiamata "Attack Mode", che consentirà di portare temporaneamente la potenza delle vetture a 225kW. Confermato, inoltre, il Fan Boost, la spinta extra della quale potrà beneficiare il pilota che otterrà più voti da parte degli spettatori. Invariato, inoltre, il sistema di punteggio che, oltre all'assegnazione in stile Formula 1, garantisce 3 punti al poleman e uno al pilota che farà il giro veloce in gara.

Audi, Nissan e BMW tra le altre

Saranno ben 11 i team che si sfideranno per contendersi lo scettro di migliore team a partire dall‘Audi, campioni in carica e capaci di portare a casa, nel corso della loro storia in Formula E, 10 vittorie e 35 podi su 45 gare disputate. Un bel bottino quello della casa tedesca che dovrà vedersela, però, con una concorrenza più agguerrita che mai a partire proprio dai connazionali della BMW, in campo in veste ufficiale con il team Andretti e un chiaro riferimento alla “i” che precede tutti i nomi delle vetture elettriche nel listino della casa. Impossibile, poi, dimenticare la DS Techeetah che schiera il campione in carica Jean Eric Vergne tra le sue fila. Tra i grandi marchi impegnati nella serie elettrica, inoltre, spicca il nome di Nissan che sostituisce Renault nel team e.Dams, il team che ha vinto di più insieme ad Audi e che può schierare Sebastien Buemi. Particolare interesse, inoltre, per il team Venturi Formula E, scuderia del Principato di Monaco, che da questa stagione schiera l’ex ferrarista Felipe Massa.

Tanti ex piloti di F1 sfidano il campione Vergne

I grandi protagonisti, insieme alle vetture, saranno i piloti che si sfideranno per contendersi il titolo di campione del mondo. Tante le facce note a partire dal campione in carica Jean-Eric Vergne che tenterà di replicar eil trionfo dell'anno scorso diventando così il primo pilota back-to-back nella storia della Formula E. Ad impedirglielo, però, ci saranno i suoi rivali, a partire da Sebastien Buemi e Nelson Piquet Jr, ex piloti di Formula 1 pronti a dimostrare di che pasta sono fatti. A loro si aggregheranno anche altri con un passato nella massima serie del motorsport del calibro di Stoffel Vandoorne, Pascal Wehrlein e soprattutto Felipe Massa, desideroso di dimostrare di poter ancora competere ad alti livelli. Saranno sei in tutto le novità di quest'anno: oltre ai già citati Massa e Vandoorne, infatti, ci saranno anche Gary Paffett, Max Gunther, Oliver Rowland e Alexander Sims.

Come seguire l'e-Prix di Ad Diriyah

Ad inaugurare la stagione, come detto, sarà l'e-Prix di Ad Diriyah, prima gara del campionato Formula E 2018-19. L'evento, trasmesso in chiaro su Italia 1 a partire dalle 12:40 di sabato 15 dicembre, sarà il primo di un calendario piuttosto fittoche comprenderà anche la tappa di Roma, in programma il 13 aprile 2019. Oltre a Italia 1, inoltre,  sarà possibile seguire l'evento anche su Eurosport, canale 210 di Sky. L'emittente trasmetterà anche Qualifiche e Superpole, rispettivamente alle ore 08:50 e alle ore 09:35. Inizio gara alle 13:05, visibile anche in streaming su Eurosport Player.