Le vetture di Formula E – Foto Twitter
in foto: Le vetture di Formula E – Foto Twitter

Due vincitori diversi in altrettante gare, colpi di scena e l'incertezza a fare da padrona assoluta: gli ingredienti per avere un'altra gara spettacolare, in Formula E, ci sono tutti. Il mondiale 100% elettrico fa tappa in Cile dove, sul tracciato ricavato al Parque O’Higgins, le monoposto saranno impegnate nel weekend per cominciare a stabilire le gerarchie con Jerome D'Ambrosio, vincitore a Marrakech e leader del campionato, voglioso di allungare sugli inseguitori e tutti gli altri, a partire da BMW con Felix Da Costa e la Techeetah del campione del mondo in carica Jean-Eric Vergne, che vorranno avvicinarsi al belga.

Da Costa e Vergne rincorrono il leader D'Ambrosio

Proprio le due scuderie sopra citate saranno al centro della scena: la lotta fratricida in Marocco, che ha portato la casa tedesca a buttare una doppietta certa, ha tenuto aperto un campionato che rischiava di trovare un padrone dopo appena due gare, ma sia Da Costa che Sims sembrano avere tutte le carte in regola per lottare ancora una volta per la vittoria. In cerca di riscatto, poi, ci sono anche i due piloti della Techeetah, Jean-Eric Vergne che nelle precedenti uscite hanno dimostrato – soprattutto il francese – di possedere il passo giusto per riprendersi la vetta. Entrambi – Da Costa e Vergne – devono recuperare 12 punti a D'Ambrosio e la tappa del Cile potrebbe essere perfetta per assestare l'ennesimo scossone a un mondiale che non ha ancora trovato il suo dominatore.

Tanti piloti in cerca di riscatto

Alle loro spalle, poi, ci sono tantissimi piloti in cerca di riscatto a partire da Felipe Massa, annunciato come la grande stella del nuovo corso, ma che non è ancora riuscito a mostrare le proprie qualità nel mondiale elettrico rimanendo a secco di punti in entrambe le gare fino ad ora disputate. Chiamati alla riscossa, inoltre, anche Sebastien Buemi con Nissan che ha solo 12 punti, e Lucas Di Grassi fermo a quota 9; un bottino che non può certo soddisfare i due ex campioni del mondo della Formula E. Occhi puntati, infine, anche su Pascal Wehrlein, che guida la Mahindra gemella del capo classifica e che finora ha fatto solo intravedere le sue qualità: in Arabia, per ragioni di contratto con la Mercedes, non ha potuto partecipare alla gare mentre in Marocco è stato super in qualifica per poi dire addio dopo poche curve in gara.

Orari e come vederlo in tv

Tracciato particolare quello cileno sul quale la maggiore incognita sarà rappresentata dalle alte temperature che, secondo le previsioni meteo, potrebbero sfiorare i 40°. La gara cilena, che si svolgerà all'interno del Parque O'Higgins, lungo 2.348 km, e che conta 14 curve sarà già uno spartiacque importante con due punti cruciali come la lunghissima zona semiellittica, attorno alla Movistar Arena, e la sezione finale con lo zig-zag al quale i piloti saranno chiamati tra la curva 12 e la 14 che porterà sorpassi e tanta azione. L'orario di partenza è fissato per le 16 cilene del 26 gennaio, quando in Italia saranno le 20: a trasmettere l'evento in diretta sarà Eurosport mentre dalle 23 ci sarà la differita su Italia 1.