L'inizio di stagione, per Sebastian Vettel, non è stato di certo esaltante: il quarto in Australia prima, il quinto in Bahrain poi. Se nell'esordio di Melbourne, però, era stata la Ferrari a non essere all'altezza, nella seconda gara stagionale è stato il tedesco a tradire andando in difficoltà nel corpo a corpo con Lewis Hamilton, girandosi e subendo anche la rottura dell'ala anteriore che lo ha costretto al rientro al box chiudendo così solo in quinta posizione.

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel – LaPresse
in foto: Lewis Hamilton e Sebastian Vettel – LaPresse

L'inglese è convinto che Vettel tornerà a vincere

La classifica del mondiale piloti, adesso, è impietosa: sono 22 i punti di distacco dal leader, Valtteri Bottas, con il tedesco che è dietro anche al compagno di squadra Charles Leclerc di quattro lunghezze. Un periodo complicato quello che sta vivendo il quattro volte campione del mondo di Formula 1 che, dopo le incertezze della passata stagione, non sembra ancora essere ripreso del tutto: a tendergli la mano, però, è proprio il suo grande rivale, quel Lewis Hamilton che nelle ultime due stagioni lo ha battuto in pista.

Il fatto di essere un 4 volte campione del mondo non esclude che si possano avere fine settimana da dimenticare. Se si guarda la carriera di Vettel, possiamo dire che è stato autore di performance eccezionali che superano di gran lunga le gare in cui ha faticato. Il testacoda in Bahrain, ad esempio, è un errore minuscolo rispetto allo status che si è creato nel corso degli anni in Formula 1 – sono state le sue parole riportate da GPfans.com -. Non so dire perché Vettel fosse così in difficoltà in gara in Bahrain. Ma è capitato anche a me e Rosberg, eravamo veloci nei test e poi in gara c'era una differenza molto grande, non avevamo grip e facevamo molta fatica. Non so spiegare perché questo capiti, ma lui è un campione del mondo, un grande atleta; si riprenderà e continuerà a spingere.

Una mano tesa quella del campione del mondo in carica verso il suo rivale che sta vivendo un momento di difficoltà: tra i due, infatti, c'è sempre stato grande rispetto con continui elogi sia da una parte che dall'altra. Il loro duello in pista, nel 2019, sarà ancora quello che monopolizzerà l'attenzione degli spettatori; ne è convinto l'inglese della Mercedes così come lo sperano i tifosi della Rossa consapevoli che le speranze di titolo passano dalla riscossa del quattro volte campione del mondo.