Lewis Hamilton – Getty Images
in foto: Lewis Hamilton – Getty Images

Lewis Hamilton sta riscrivendo la storia della Formula 1: il campione britannico, dopo le due vittorie consecutive in Bahrain e Cina, è tornato di nuovo in testa al mondiale –  scavalcando il compagno di squadra Valtteri Bottas  – e andando in fuga grazie a un margine sul più accreditato dei suoi rivali, quel Sebastian Vettel con il quale nelle ultime due stagioni si è giocato il titolo, di ben 31 punti. L'inglese, però, non punta solo al sesto titolo iridato, ma anche a conquistare lo scettro di più vincente di tutti i tempi spodestando Sua Maestà Michael Schumacher. Un'impresa che, visto il ritmo tenuto dal pilota Mercedes, non sembra più così improbabile: ecco alcuni dei record che Hamilton potrebbe sottrarre all'ex ferrarista.

I titoli mondiali vinti

Il più importante tra i record che potrebbe mettere a segno è quello relativo ai mondiali vinti; attualmente il leader in questa speciale classifica è proprio il tedesco a quota sette con Hamilton a seguire con 5 titoli. A favore del britannico, però, gioca sia il fattore Mercedes, che ha dimostrato di essere una vettura più che dominante nell'era ibrida, sia la sua voglia di primeggiare che non si è spenta con le vittorie, ma anzi non ha fatto altro che alimentarsi. Con un vantaggio di 31 punti sul ferrarista Vettel, a meno di clamorose rimonte da parte del tedesco, il titolo 2019 sembra essere ampiamente alla sua portata e, conquistandolo, salirebbe a meno uno da Schumacher.

Le vittorie in gara

Altro record al quale l'inglese sembra tenere molto è quello relativo alle vittorie in gara: al momento Michael Schumacher è ancora il più vincente nella storia della Formula 1 con 91 vittorie, ma Hamilton è vicino con 75. Appena 16 affermazioni dividono i due e con il ritmo avuto dall'inglese negli ultimi anni e un calendario che, almeno nelle intenzioni di Liberty Media dovrebbe allargarsi ancora di più già dal prossimo anno, non è difficile immaginare che il record del tedesco sia destinato a cadere in tempi relativamente brevi; dall'inizio del 2014, infatti, Hamilton ha avuto una media di poco più di 10 GP vinti a stagione. Per il 2019 potrebbe essere salvo, ma nel 2020, se la Mercedes si confermerà così competitiva, il libro dei record potrebbe subire una ulteriore modifica.

Lewis Hamilton festeggia la vittoria a Monza – Getty images
in foto: Lewis Hamilton festeggia la vittoria a Monza – Getty images

Il numero di podi conquistati

Quello che appare più alla portata dell'inglese, però, è senza dubbio il record relativo al numero di podi conquistati in carriera: per il momento Schumacher comanda con 155 mentre Hamilton lo segue a quota 137. Sono appena 18 i piazzamenti nella top 3 che separano i due, esattamente le gare che mancano da qui a fine stagione; se il campione inglese dovesse finire sempre a podio, cosa non impossibile vista la forza e l'affidabilità dimostrate dalla Mercedes, ecco che il record del tedesco sarebbe eguagliato con tutto il 2020, poi, per prendersi la testa in questa speciale classifica e mettersi alle spalle il Kaiser.

Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Lewis Hamilton – Getty images

Gran Premi condotti in testa

Oltre al numero di piazzamenti sul podio, Hamilton ha nel mirino un altro record di Schumacher che appare a portata di mano: qualora dovesse riuscire ad essere in testa in quindici gare sulle 18 rimanenti, ecco che il pilota Mercedes eguaglierebbe il primato dell'ex Ferrari già nella stagione in corso. Una missione non certo impossibile visto che le statistiche parlano chiaro: Hamilton, infatti, ha guidato il 76% delle gare corse nell'era ibrida con una media di 15 gare a stagione. Esattamente quelle che servirebbero al campione del mondo in carica per raggiungere il tedesco in testa alla classifica. Inoltre mancano 1070 tornate al britannico per salire in testa non solo in quanto a GP, ma anche per i chilometri percorsi da leader: un doppio obiettivo che Hamilton non vuole mancare.

Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Lewis Hamilton – Getty images

Hat-trick in Formula 1

La caratteristica che accomuna Lewis Hamilton e Michael Schumacher è senza dubbio la voglia di non accontentarsi, superando sempre i propri limiti e dominando la propria categoria. Per questo uno dei record al quale il pilota della Mercedes difficilmente rinuncerà è quello relativo agli hat-trick messi a segno in Formula 1, ossia pole position, vittoria e giro veloce. Una missione difficile soprattutto adesso che il giro veloce vale 1 punto extra, ma comunque alla portata del campione del mondo in carica che fino ad ora, nella sua carriera, ci è riuscito 14 volte, 8 in meno rispetto a Schumacher che guida la classifica di specialità con 22 volte. Un obiettivo concreto per Hamilton, un motivo in più per spingere al massimo in ogni gara da qui alla fine della propria carriera.

Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Lewis Hamilton – Getty images