Un'attesa lunga oltre trenta anni quella dell'Alfa Romeo che, seppur come title sponsor della Sauber, riapproda in Formula 1. Una storia di successi quella del marchio italiano, capace di conquistare due titoli mondiali  – grazie a Farina e Ascari – e dieci vittorie, con 12 pole position, in 112 Gran Premi disputati nella massima serie del motorsport. A svelare le forme della nuova monoposto, ribattezzata C37, ci ha pensato la scuderia elvetica.

Nessuna modifica cromatica alla C37 svelata a fine dicembre  – quando ci fu l'annuncio della partnership – che si presenterà al via del mondiale 2018 con il bianco come colore dominante e il rosso sul cofano motore dove spicca il logo Alfa Romeo. La vettura potrà contare sulle power unit in configurazione 2018 fornite dalla Ferrari e si avvarrà anche della consulenza dei tecnici della casa di Arese che lavoreranno a stretto contatto con gli ingegneri del team elvetico. Il progetto, firmato dal chief designer Eric Gendelin e Luca Furbatto sotto la direzione di Jorg Zender, presenta alcune novità come i flap ai lati del musetto e le pance, simili a quelle della Red Bull.  L'obiettivo dichiarato è quello di migliorare il piazzamento della scorsa stagione quando la scuderia svizzera chiuse il mondiale in ultimo posizione collezionando appena 5 punti.

A portare in pista la monoposto saranno Marcus Ericsson – che ha vinto il ballottaggio con l'italiano Antonio Giovinazzi, che ricoprirà il ruolo di terzo pilota e che sarà in pista in diverse sessioni di prove libere – e Charles Leclerc, prodotto della Ferrari Driver Academy e campione del mondo della Formula 2. Tutti gli occhi saranno puntati proprio sul giovane monegasco, capace di dominare il campionato portando il titolo a casa al primo anno; un predestinato Leclerc che, nel 2019, potrebbe sostituire Kimi Raikkonen al volante della Rossa. Entusiasta il team principal Frederic Vasseur: "Sono molto ansioso di iniziare la stagione 2018 e vedere i nostri piloti in pista, uno è giovane e l'altro esperto: sono una coppia ben assortita. Abbiamo fatto un grande sforzo sulla C37, il nostro impegno è di migliorare e l'obiettivo di fare sempre meglio e migliorare le prestazioni: ringrazio tutti i nostri partner e sono onorato che l'Alfa Romeo, un marchio che ha fatto la storia della F.1 abbia scelto noi per il suo ritorno" sono state le sue parole. L'Alfa Romeo è ufficialmente tornata in Formula 1, il mito del Biscione può tornare a vivere sulle piste di tutto il mondo.