La frenata di marzo è alle spalle, il mercato dell'auto ha ripreso a correre: nel mese di aprile, infatti, secondo i dati Acea, l'associazione dei costruttori europei, le immatricolazioni nei 28 Paesi dell'Unione Europea e dell'Efta sono state 1.348.659, il 9,6% in più dello stesso mese del 2017. Il totale dei primi quattro mesi dell'anno è pari a 5.631.331 unità, con un incremento del 2,6% sull'analogo periodo dell'anno scorso.

Incremento per tutti i mercati europei, cala la quota dei diesel

Un incremento, quello del mercato europeo, che fa ben sperare per il proseguimento dell'anno: tutti i principali mercati hanno chiuso con il segno positivo con la Spagna a fare da capofila grazie al +12,3% fatto registrare davanti a Regno Unito (+10,4%), Francia (+9%) e Germania (+8%). Fanalino di coda, ma comunque in grado di registrare un incremento l'Italia che chiude, nonostante l'incertezza politica riguardo alla formazione del governo e alle sue possibili conseguenze, con un +6,5%. Calano le immatricolazioni di auto diesel tanto che nel primo trimestre dell'anno sono state il 37,9% del totale, il 17% in meno dello stesso periodo del 2017 mentre fanno segnare un significativamente incremento delle auto a benzina, aumentate del 14,6% con gli autoveicoli ad alimentazione alternativa che si attestano al 6,5%.

In crescita Fca, bene Volkswagen. In calo Bmw

In crescita, anche se meno del mercato, il gruppo Fca che nell'ultimo ha venduto, nell'Europa dei 28 più Paesi Efta, 91.279 auto, il 2,3% in più dello stesso mese del 2017, portando il totale delle immatricolazioni nei primi 4 mesi dell'anno a 381.594 con una quota pari al 6,8%. A trainare il gruppo sono ancora una volta Jeep, che aumenta le vendite del 75% e nel quadrimestre del 58%, con Renegade e Compass protagoniste nelle loro categorie, così come Alfa Romeo, capace di incrementare le vendite del 6,3% in aprile e del 13,2% nei quattro mesi: Stelvio e Giulia sono i modelli che guidano la crescita del marchio. Fiat 500 è la vettura più venduta del segmento A con oltre 16 mila immatricolazioni nel mese, il 6,7% in più di un anno fa mentre alle sue spalle la Panda, con 500X e 500L sono nelle posizioni di vertice dei loro segmenti. Positivo anche il dato relativo a Volkswagen che migliora lo share di mercato, al 25,7, e cresce ad aprile del 13,1%, con tutti i brand della casa, tranne Audi, che fanno registrare aumenti in doppia  cifra. PSA consolida il secondo posto sul mercato europeo dopo l’acquisizione di Opel mentre Renault cresce del 10%. In calo, invece Bmw con Toyota che torna a migliorare le vendite del 20%.