Sergio Marchionne è stato uno degli uomini più influenti nel'’industria automobilistica degli ultimi decenni e proprio per questo il mondo delle quattro ruote ha deciso di rendergli omaggio; il prossimo 18 luglio all'MGM Grand Detroit, a quasi un anno dalla sua scomparsa, l'ex presidente della Ferrari, infatti, sarà inserito nella Automotive Hall of Fame. 

Marchionne tra i grandi della storia automobilistica mondiale

Un riconoscimento al lavoro svolto dal manager italo-canadese che ha salvato prima Fiat e poi Chrysler, fondendole in uno dei gruppi più importanti al mondo e dando vita così a Fca. "Marchionne è considerato anche uno dei più audaci leader della sua generazione, grazie al senso degli affari e all'approccio schietto e franco nell’affrontare problemi impegnativi" osserva la Hall of Fame in una nota. Marchionne, quindi, otterrà il prezioso riconoscimento affiancando personaggi che hanno fatto la storia dell'auto come Enzo Ferrari, Ettore Bugatti, Giovanni Agnelli, Giorgetto Giugiaro e Sergio Pininfarina.

Sergio Marchionne – Getty images
in foto: Sergio Marchionne – Getty images

Insieme, a lui, nella cerimonia del prossimo 18 luglio, saranno inseriti anche Janet Guthrie, la prima donna a partecipare alla 500 Miglia di Indianapolis nel 1976, Richard E. Dauch, fondatore della American Axle Manufacturing e Pat Ryan, nome illustre nel settore finanziario dell’auto negli anni '60. Il presidente del consiglio della Hall of Fame, Ramzi Hermiz, ha dichiarato che ciascuno dei membri del consiglio è meritevole dell'onore a causa degli enormi contributi che hanno apportato al settore. Un premio alla carriera, quello ottenuto da Marchionne, per il contributo fornito al settore auto, campo nel quale ha messo in mostra le proprie qualità e che, dal prossimo 18 luglio, consentirà al manager italo-canadese di avere un posto tra le figure più influenti nella storia delle quattro ruote.