La partenza del GP del Brasile 2017– LaPresse
in foto: La partenza del GP del Brasile 2017– LaPresse

Fuori Interlagos, la storica pista che dal 1990 ospita ininterrottamente il GP del Brasile, dentro Rio de Janeiro: potrebbe essere questo il cambio che si appresta ad effettuare la Formula 1. L'incertezza sul futuro legata all'impianto verdeoro continua a rimanere uno degli argomenti di discussione tanto che la soluzione legata al circuito di Interlagos potrebbe essere abbandonata in favore di un nuovo impianto che sarebbe costruito a Rio de Janeiro, nel distretto di Deodoro, che si trova nella zona ovest cittadina. Ad annunciarlo è stato il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, che ha specificato come abbia firmato un atto preliminare con il governatore di Rio Wilson Witzel e con il sindaco Marcelo Crivella per realizzare una nuovo circuito a Rio de Janeiro; la costruzione dell'impianto sarebbe già in fase avanzata e dovrebbe essere completata in tempi strettissimi, addirittura entro la fine dell'anno, per ospitare la Formula 1 già nel 2020.

Il nuovo circuito intitolato ad Ayrton Senna

"Dopo la vittoria alle elezioni la Formula 1 non solo ha deciso di rimanere in Brasile, ma anche di costruire una nuova pista a Rio de Janeiro che avrà il nome dell'idolo Ayrton Senna. Così saranno creati migliaia di posti di lavoro, a vantaggio dell'economia e della popolazione dello stato" ha affermato in un tweet Bolsonaro. Il nuovo impianto, come specificato dal presidente del Brasile, sarà costruito su un terreno ceduto dall'esercito e per la sua costruzione non sarà utilizzato denaro pubblico; il budget iniziale del progetto è di 248 milioni di euro e secondo le stime si prevede che possa arrivare ad ospitare fino a 130mila persone. L'ultimo GP disputato a Rio è quello di Jacarepaguà, circuito sul quale si sono corse 10 gare di Formula 1 l'ultima delle quali nel 1989, che è stato demolito nel 2012 per ospitare le strutture in vista delle Olimpiadi svoltesi nel 2016.

La replica di Interlagos

Una nota congiunta, però, a firma Stato e Prefettura di San Paolo, riportata da Globo Esporte, frena sulle prospettive immaginate dal presidente Bolsonaro e rilancia le ambizioni di rinnovo della pista di Interlagos: "C’è un contratto in vigore con la società responsabile dell’organizzazione del Gran Premio del Brasile di Formula 1, valido fino a dicembre 2020. Sin da novembre 2018, la Prefettura di San Paolo opera per il rinnovo del contratto nella città di San Paolo, a partire dal 2021. C’è la convinzione che preverrà il buonsenso. La Prefettura di San Paolo e il Governo dello Stato di San Paolo ignorano qualsiasi ostacolo che possa rendere non fattibile il rinnovo del contratto. Il progetto di concessione dell’autodromo di Interlagos al settore privato rappresenta un’importate risorsa per il mantenimento dell’area nella sua forma originale" si legge nella nota.