La vettura di Alonso dopo l’incidente nelle prove libere della Indy500 – Foto NTT Indycar Series
in foto:
La vettura di Alonso dopo l’incidente nelle prove libere della Indy500 – Foto NTT Indycar Series

L'avventura di Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis, grande obiettivo stagionale che potrebbe permettergli di mettere le mani sulla Tripla Corona eguagliando così Graham Hill – unico a riuscirci nella storia delle corse automobilistiche -, non è iniziata nella maniera migliore: lo spagnolo, infatti, durante le prove libere ha perso la sua vettura in uscita di curva toccando il muro con l'anteriore destra, attraversando la pista e finendo sulle protezioni opposte distruggendo l'auto.

Un incidente, quello di Alonso, che è arrivato nelle prove libere che si stanno disputando sul catino di Indianapolis: Alonso, che seguiva la vettura di Graham Rahal, dopo aver distrutto la propria auto contro il muro è stato portato al centro medico per precauzione dove è stato accertato che non avesse subito danni. Solo un po' di spavento per lo spagnolo dopo il suo primo incidente su un ovale che però è pronto a rimettersi al volante per cercare di conquistare quello che è senza dubbio il grande obiettivo della stagione in corso.

Alonso: "Mi dispiace per l'errore, torneremo in pista ancora più forti"

Un incidente che non ha fiaccato la voglia di vincere di Alonso, anzi se possibile l'ha anche aumentata con lo spagnolo pronto ora a riscattarsi dopo l'errore e con la voglia di dimostrare che, per la vittoria finale, può esserci anche lui: "Si è trattato di puro sottosterzo, anche se ho alzato un po' il piede in ingresso curva non è cambiato niente. Ho perso completamente l'aerodinamica all'anteriore, un errore di valutazione che mi è costato caro. Mi dispiace aver commesso questo errore perché ho perso tempo prezioso e mi dispiace ovviamente per il team. Farò tesoro di questa esperienza e torneremo in pista ancora più forti" sono state le sue parole che confermano, se ancora ce ne fosse bisogno, la voglia di Alonso di trionfare in una delle gare più famose del mondo.