Il brand francese porta una piccola rivoluzione nel mondo delle quattro ruote. Lo sviluppo di nuove tecnologie per la guida autonoma rende le auto sempre più intelligenti e Peugeot, con la Instinct Concept, punta ad alzare l'asticella. Presentata al Mobile World Congress 2017, al vettura propone una nuova forma intelligenza artificiale: la Instinct esalta il concetto di interfaccia uomo-macchina e rende il veicolo un vero e proprio prolungamento dell'essere umano.

Look inedito ma attuale

A livello estetico, la vettura si presenta come una shooting brake compatta dal design moderno ma coerente con l'attuale gamma. I gruppi ottici a LED anteriori nascondono una serie di telecamere che vengono sfruttate dal software di guida autonoma. Le proporzioni si sbilanciano verso il cofano anteriore allungato, che ospita un powertrain ibrido plug-in con una potenza totale di 300 CV. La Peugeot Instinct Concept sfrutta appieno la tecnologia Samsung Artik Cloud, che massimizza l'efficacia dell'Internet of Thing. La vettura comunica con qualsiasi oggetto connesso, che sia uno smartphone o un social network. L'accesso all'abitacolo avviene tramite portiere ad armadio ed il montante centrale è stato eliminato per facilitare l'accesso.

Quattro modalità di guida

Peugeot Instinct Concept
in foto: Peugeot Instinct Concept.

La Peugeot Instinct Concept mette a disposizione quattro differenti modalità di utilizzo, due per la guida autonoma e due con guida gestita dal pilota. I programmi Drive Boost e Drive Relax cambiano il comportamento della Instinct Concept a seconda delle esigenze del guidatore. Le modalità Autonomous Sharp e Autonomous Soft permettono di rilassarsi mentre l'auto si muove autonomamente verso la destinazione. Il guidatore può impartire comandi tramite l'i-Device installato sulla console centrale. Basta un semplice gesto per cambiare il passo di marcia, effettuare un sorpasso o passare da Soft a Sharp e viceversa.

L'auto "scansiona" il guidatore

Interni Peugeot Instinct Concept
in foto: Gli interni della Peugeot Instinct Concept.

Durante l'utilizzo in Drive Boost o Drive Relax, la Peugeot Instinct Concept è dotata di un volante compatto ed il passaggio dalla guida attiva a quella autonoma avviene tramite un comando apposito. Attivando i programmi Autonomous Sharp o Soft, il volante rientra nella plancia insieme alla lamina su cui sono posti i comandi di bordo. Anche il pedale dell'acceleratore sparisce nel pavimento. L'azienda Sentiance ha sviluppato per Peugeot un sistema capace di "scansionare" il pilota.

Peugeot Instinct
in foto: Peugeot Instinct Concept

Leggendo informazioni da tutti gli oggetti connessi e dai profili social, la vettura riesce ad adeguarsi al guidatore e fornire un'esperienza di guida completamente personalizzata. Il sistema di bordo riesce ad apprendere le abitudini quotidiane e memorizza i tragitti più comuni. Analizzando i vari dati riesce a pianificare i viaggi per tutti gli appuntamenti segnati nel calendario. La connettività si espande fino alla domotica (la gestione software di un'abitazione) e la Peugeot Instinct può, per esempio, chiudere la porta di casa quando si entra in auto.