Kimi Raikkonen – Getty images
in foto: Kimi Raikkonen – Getty images

Tre podi nelle prime quattro gare, poi le gare complicate in Spagna, Monaco e Canada: un inizio di stagione in chiaro scuro quello di Kimi Raikkonen con la Ferrari. Il finlandese era partito come non era mai successo dal suo ritorno a Maranello, ma si è perso con il passare dei Gran Premi perdendo la quarta posizione nel mondiale – a favore di Daniel Ricciardo – e chiudendo il primo terzo di mondiale a 53 punti di svantaggio dal proprio compagno di squadra.

L'attacco di Brundle al ferrarista

A Maranello non sembrano aver ancora preso una decisione sul futuro del campione del mondo 2007, sia il rinnovo per un altro anno sia la possibilità di aprire a un nuovo pilota – con Ricciardo e Leclerc come candidati principali alla sostituzione del finlandese – sono ipotesi più che valide. La Ferrari e Raikkonen sono a un bivio e l'ex pilota Martin Brundle, che in carriera ha corso 158 Gran Premi e oggi fa il  commentatore per Sky Sport UK, non sembra aver dubbi sulla strada che dovrà prendere la Rossa.

La Ferrari dovrebbe preoccuparsi di Kimi. So che è uno dei piloti più popolari, ma dopo un altro errore nelle qualifiche, ha chiuso a quasi 30 secondi di distanza dal suo compagno di squadra alla domenica. Secondo me Raikkonen ha raggiunto il capolinea, anche se di tanto in tanto mostra un lampo di velocità reale, però non può mantenersi su quei livelli richiesti per tutta la gara. Al momento sta lavorando come una seconda guida – ha dichiarato l'ex pilota – Vincere il campionato dei costruttori è molto importante per la Ferrari e se vogliono vincere in questa era contro Red Bull e Mercedes hanno bisogno di un pilota come Ricciardo o come Leclerc al fianco di Vettel per il prossimo anno.

Secondo l'ex pilota Martin Brundle l'avventura di Raikkonen alla Ferrari è ormai giunta al termine; troppi gli errori commessi dal finlandese nelle fasi decisive in qualifica e troppo basso il ritmo in gara per pensare di riuscire ad aiutare la Rossa a conquistare il campionato costruttori. A Maranello riflettono, una decisione definitiva su Raikkonen non è stata ancora presa. Decisive, in questo senso, saranno le prossime gare per il finlandese che dovrà dimostrare di essere ancora un pilota in grado di lottare per le posizioni di vertice.