Non è ancora uscito il modello di serie, ma è già pronta la variante da gara. Bmw ha scelto una modalità insolita per presentare la nuova generazione della Serie 8, che fino ad ora resta ancora un concept da "normalizzare" prima della produzione in serie. Il brand bavarese ha appena presentato al Salone di Francoforte (14-24 settembre 2017) la M8 GTE, pronta a gareggiare nei campionati WEC e IMSA a partire dalla stagione 2018.

Carrozzeria e aerodinamica. Bmw non ha ancora presentato la nuova M8, ma la sua variante da gara GTE può aiutare ad interpretare le forme del modello di serie. La carrozzeria ha un look particolarmente aggressivo e l'aerodinamica muta notevolmente l'aspetto della vettura. La calandra a doppio rene è completamente aperta e priva di griglie, lo stesso trattamento è stato riservato alle prese d'aria che accompagnano il labbro spoiler pronunciato. Le appendici aerodinamiche riescono a sfruttare al meglio la tecnica di stampa 3D per ottenere sagome difficilmente realizzabili e massimizzare la resa in pista.

bmw-m8-gte
in foto: Bmw M8 GTE.

Motore V8 turbo. Il debutto ufficiale della Bmw M8 GTE è previsto per il 27 gennaio 2018, durante la 24 Ore di Daytona. La vettura parteciperà anche alla 24 Ore di Le Mans, un appuntamento al quale Bmw manca dal podio del 2011 ottenuto con la M3 GT2. La M8 GTE monta un motore V8 TwinPower Turbo 4 litri, lo stesso presente sulla sorella minore M5. La potenza è accreditata a circa 500 CV, ma sarà il Balance of Performance a decidere la cifra esatta. La vettura è stata realizzata utilizzando differenti materiali leggeri, tra una massiccia dose di polimero rinforzato al carbonio Cfrp: il risultato finale è un'auto da gara dal peso di 1.220 Kg. La M8 GTE è stata sviluppata seguendo il "Virtual Development", una procedura che coinvolge le intelligenze artificiali per simulare il comportamento della vettura senza scendere in pista.