Un modello che è già storia: la Ferrari 488 Pista Spider, la vettura presentata in anteprima al Concorso d’Eleganza a Pebble Beach, in California, è la 50esima vettura scoperta nella storia del Cavallino Rampante nonché la spider più performante nella storia della casa italiana. Il nuovo esemplare made in Maranello non poteva che vedere la luce negli Stati Uniti, mercato dove le "convertibili", soprattutto a marchio Ferrari, hanno raccolto consensi fin dagli anni '50.

La Ferrari 488 Pista Spider
in foto: La Ferrari 488 Pista Spider

La "convertibile" più performante della storia Ferrari

Un successo, quello delle vetture en-plein-air della casa italiana, che non conosce limiti con la Ferrari 488 Pista Spider candidata a diventarne la capofila grazie alle sue caratteristiche che la rendono la più prestazionale, quella con il miglior rapporto peso/potenza di sempre, pari a 1,92 kg/cv, raggiunto grazie al motore V8 più potente mai prodotto dalla Ferrari, nominato miglior motore al mondo per il terzo anno consecutivo agli International Engine of the Year Awards 2018. Una vettura capace di erogare 720 Cv accelerando da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi fino a raggiungere la velocità massima di 340 km/h; dati che rappresentano la vocazione sportiva del nuovo modello della Rossa, resa ancor più appariscente dal carbonio usato per alleggerire il peso che però risulta maggiore rispetto alla variante coupé a causa del tetto retrattile in lamiera e relativo meccanismo di apertura.

La nuova Ferrari 488 Pista Spider
in foto: La nuova Ferrari 488 Pista Spider

Un'auto derivata dal mondo delle corse

La Ferrari 488 Pista Spider, che beneficia della derivazione diretta dalla 488 Pista, modello che trasferisce su strada l’esperienza maturata sui tracciati di tutto il mondo, si caratterizza per la livrea centrale a sezione crescente, che si proietta longitudinalmente su tutta la lunghezza dell’auto, fino a raggiungere l’estremità interna dello spoiler, ricalcando così il movimento del flusso d'aria, oltre che per i materiali usati: dai nuovi cerchi diamantati a stella da 20”, disegnati appositamente per questa vettura e ispirati alla tradizione delle berlinette Ferrari a motore posteriore-centrale, alle pedane in alluminio mandorlato, che sostituiscono i tappeti in moquette, e il laccetto apriporta al posto della maniglia lato pilota, tutto richiama il mondo delle corse automobilistiche. Ancora top secret il prezzo che sarà sicuramente riservato a pochissimi eletti: la 488 Pista, che rappresenta la base di questo modello, parte da poco più 229mila euro e arriva a sfiorare i 300mila.