Le vetture di Formula E – Foto Twitter
in foto: Le vetture di Formula E – Foto Twitter

Da Santiago a Città del Messico, il mondiale 100% elettrico rimane nel Nuovo Continente per continuare a stupire. Tre vincitori in tre gare diverse, la Formula E continua a regalare imprevedibilità: la quarta tappa del mondiale dedicato alle elettriche si disputerà a Città del Messico al circuito Hermanos Rodriguez – dove è passata anche la Formula 1 – e saranno in molti ad essere già davanti a un bivio.

Bird per allungare, Vergne e D'ambrosio cercano il riscatto

A guidare la classifica c'è Sam Bird, il pilota che ha mostrato più regolarità in quest avvio totalizzando 43 punti contro i 41 di Jerome D’Ambrosio che lo incalza da vicino con la Mahindra e che dopo aver subito il sorpasso nell'ultima gara disputata avrà voglia di tornare in vetta. Impossibile, poi, non citare Da Costa con la BMW e il campione in carica Jean-Eric Vergne su Techeetah entrambi a quota 28 e desiderosi di accorciare la classifica. Dietro di loro tutti i delusi di inizio stagione con Buem e Di Grassi che hanno rispettivamene 15 e 9 punti, e Felipe Massa che non ha ancora accarezzato la gioia di lottare per le posizioni di vertice.

La partenza alle 23.20 italiane

La gran novità di questo quarto atto è un altro ex Formula 1 che farà il suo debutto in pista: si tratta di Felipe Nasr, che sale sulla Geox-Dragon Penske al posto di Max Gunther rimpolpando così la schiera dei piloti con un passato nella massima serie del motorsport. Su un tracciato lungo poco meno 2 km e con 17 curve, i piloti dovranno stare attenti a non sbagliare nulla per non trovarsi invischiati a centro gruppo. L'anno scorso venne stabilito il record della pista, ma è facile prevedere, con la Gen2 della Formula E che il record possa essere ulteriormente migliorato. L'orario di partenza è fissata per le 23.20 italiane con l'evento che sarà trasmesso su Italia 1, Italia 2 ed Eurosport.