Romain Grosjean – Getty images
in foto: Romain Grosjean – Getty images

Diciassettesimo posto e appena due punti conquistati con ben 5 ritiri in 10 gare: la stagione di Romain Grosjean, la quarta nel team Haas, somiglia sempre di più a un vero e propri incubo soprattutto se confrontata a quella del suo compagno di squadra Kevin Magnusse, capace di raccogliere 14 punti nonostante un talento non proprio cristallino.

Idee Ocon o Perez per sostituire Grosjean

Il pilota svizzero con passaporto francese, però, sembra non riuscire a trovare quella continuità che nell'arco di tutta la carriera ha rappresentato il suo punto debole aggiungendo, però, una quantità di errori non indifferente: l'ultimo a Silverstone, quando è arrivato il contatto con il compagno di squadra, ha mandato su tutte le furie il team principal Haas, Gunther Steiner, che starebbe pensando di interrompere il rapporto con il pilota per puntare su altri profili. Tra di loro il nome caldo è certamente quello di Sergio Perez, messicano in forza alla Racing Point che potrebbe scegliere di cambiare aria: una mossa che non solo permetterebbe alla Haas di puntare su un pilota già esperto e di sicuro affidamento, ma anche di avere dalla sua numerosi sponsor che coprirebbero quasi per intero il suo ingaggio.

Sergio Perez – Getty images
in foto: Sergio Perez – Getty images

Un altro nome importante potrebbe essere quello di Esteban Ocon, già associato alla Mercedes qualora la casa della Stella dovesse decidere di non rinnovare il contratto con Valtteri Bottas: l'affare, in questo caso, appare più complicato non tanto per i costi, ma per il rapporto che lega il francese alla Frecce d'argento che mal si sposa con il progetto Haas, motorizzata Ferrari e parecchio vicina alla scuderia di Maranello che potrebbe non vedere di buon occhio l'idea di valorizzare un pilota della concorrenza. Ultimo nome caldo è quello di Nico Hulkenberg che, però, ha un ingaggio importante e potrebbe non vedere accontentate le proprie richieste economiche. Il weekend di Germania potrebbe dire molto sul futuro di Grosjean e, di conseguenza, iniziare a muovere un mercato piloti che, fino ad ora, non ha regalato nessun colpo di scena in ottica 2020.