Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

"Perdere mio padre e il mio amico Jules Bianchi mi ha reso più forte sia come persona e come pilota; mentalmente adesso sono più forte di prima. Purtroppo aver perso mio padre molto presto mi ha cambiato per sempre, ma loro sono sempre con me" aveva dichiarato appena qualche giorno fa Charles Leclerc e nella gara di Monaco, GP di casa per il giovane pilota della Ferrari nato proprio a Montecarlo, il monegasco ha voluto rendere omaggio proprio alle due figure che, con i loro insegnamenti prima e con la loro scomparsa poi, lo hanno reso l'uomo che è oggi.

Casco dedicato a papà Hervé e a Jules Bianchi

Leclerc, infatti, sarà al via della gara con un casco speciale realizzato appositamente per l'appuntamento nel Principato. A spiccare è soprattutto la scelta cromatica, differente dal solito, con l'elmetto che indosserà diviso in due parti: nel lato destro si possono notare i colori del casco che indossava Jules Bianchi nel corso della sua breve carriera in Formula 1 mentre quello sinistro è dedicato a papà Hervé, anche lui pilota dal 1983 al 1988 in Formula 3 e scomparso il 21 giugno del 2017. Una doppia dedica quella del pilota della Rossa che, nella gara che si svolge sulle strade dove è nato e cresciuto, assume un ruolo decisamente significativo.

Un legame, quello di Leclerc con le due figure che lo hanno introdotto al motorsport, particolarmente importante per il giovane pilota, divenuto in breve tempo l'astro nascente della nuova Formula 1: un omaggio speciale che il monegasco ha voluto fare nella gara considerata come una delle più importanti per lui e nella quale, con un po' di fortuna, potrebbe arrivare non solo la prima vittoria per la Ferrari in un 2019 fino a qui avaro di soddisfazioni, ma soprattutto la sua prima assoluta da quando corre nella massima serie del motorsport.