Nella manovra di bilancio c’è spazio anche per gli incentivi per le due ruote elettriche e ibride. Un emendamento prevede l’introduzione di un ecobonus fino a 3.000 euro per l’acquisto di moto e scooter elettrici o ibridi in caso di rottamazione di un veicolo a due ruote omologato Euro 0, Euro 1 e Euro 2. Se dovesse passare, la copertura finanziaria prevista per il 2019 sarebbe di 10 milioni di euro.

Nello specifico, l’ecobonus ammonterebbe al 30% del prezzo di listino fino a un massimo di 3.000 euro e riguarda l’acquisto o la locazione di veicoli elettrici o ibridi di potenza inferiore o uguale a 11 kW o 15 Cv delle categorie L1e e L3e in caso di rottamazione di un veicolo appartenente alle classi Euro 0, Euro 1 o Euro 2 di cilindrata inferiore o superiore a 50cc. L’ecobonus varrà solo sul mercato italiano e, si legge nel testo, le imprese costruttrici o importatrici rimborseranno al venditore il contributo e recupereranno l’importo come credito d’imposta.

Si attende ora che l’emendamento passi al vaglio del Senato. Con l’ecobonus, ad esempio, la nuova Vespa Elettrica costerebbe 4.470 euro anziché 6.390 euro, grazie a un incentivo di circa 1.920 euro. Il BMW C Evolution, invece, sarebbe venduto a 11.900 euro invece di 14.900 euro, con un bonus massimo di 3.000 euro.