Continua a frenare il mercato dell'auto tanto a giugno, nei 28 paesi dell'Europa più Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono state immatricolate, come reso noto dai dati Acea, l'associazione dei costruttori auto europei, 1.491.289 vetture, il 7,9% in meno rispetto allo stesso mese del 2018, portando così le vendite del primo semestre a 8.426.194 auto, con un calo del 3,1% rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso.

In calo tutti i mercati principali

A pesare sul risultato è soprattutto alla crisi del diesel che determina una forte indecisione nel processo di acquisto causando così continui rinvi nella sostituzione di vetture già mature per la rottamazione o per il mercato dell'usato da parte degli automobilisti europei. Dei 31 mercati analizzati, infatti, solo 5 – Lituania, Romania, Irlanda, Grecia e Cipro –  evidenziano fattori di crescita con tutti gli altri a cercare di limitare i danni. Chiudono con un saldo negativo tutti i major market con la Germania ad ottenere il miglior risultato sul lungo periodo grazie a un +0,5 nel semestre ma perdendo il 4,7% nel solo mese di giugno. Decisamente peggio fanno Regno Unito con un calo del 4,9% di vendite in giugno e il 3,4% nel semestre, Francia con il -8,4% in giugno e dell'1,8% nel semestre e la Spagna che cede l'8,3% nell'ultimo mese e il 5,7% nel semestre. A salvarsi, almeno nel breve periodo, l'Italia cala del 2,1% in giugno ma chiude il semestre con un poco incoraggiante – 3,5%.

Male Fca che cede il 13,5%

Non va meglio per quanto riguarda i gruppi auto a partire da Fca che chiude il mese di giugno facendo peggio del mercato stesso e perdendo il 13,5%, frutto delle 90.249 euro immatricolate che fanno scendere la quota di mercato dal 6,4% al 6,1% mentre nel primo semestre 2019 le vetture vendute da Fca sono state 540.540, con una flessione del 9,5% rispetto all'analogo periodo del 2018 e una quota di mercato è pari al 6,4% (era 6,9%). A reggere, però, ci sono ancora due modello storici con la Fiat 500 che è la vettura più venduta del segmento A sia nel mese sia nel progressivo annuo mentre Fiat Panda aumenta le vendite del 14,8% nel semestre.Volkswagen, invece, perde il 9,6% con Psa che cala dell'8,2% e Renault a segnare un ribasso del 3,9%, Bmw perde il 10,1% di immatricolazioni, Ford in calo del 5,4 mentre Daimler cede l'8,2%.