L’ultima giornata del Monza Rally Show e ultime tre speciali da disputare, a partire dalla PS7 ‘Maxi Grand Prix 2’ di 45 km nella quale a imporsi è stato Valentino Rossi che, navigato da Carlo Cassina, alla guida della sua Ford Fiesta WRC ha battuto i rivali Bonanomi-Pirollo e Mikkelsen-Neuville.

Valentino Rossi e Tony Cairoli penalizzati di 10 secondi.

Al termine della speciale, in seguito a una verifica tecnica sulle vetture, sulla Ford Fiesta WRC di Rossi e la Hyundai i20 NG di Tony Cairoli è stato riscontrato un peso inferiore rispetto al consentito. Nello specifico, la vettura del Dottore è stata trovata sottopeso di 7 kg, 1353 kg rispetto al minimo di 1390 kg previsto dal regolamento. Questo ha fatto scattare una sanzione di dieci secondi per entrambi, in seguito alla quale il campione di Tavullia ha perso la leadership in generale. Prima della penalità, il pesarese era in vetta con un vantaggio di 6 secondi su Bonanomi e i due ufficiali Hyundai Mikkelsen-Neuville. La sanzione imposta fa scivolare Rossi in quarta posizione, a vantaggio soprattutto di Marco Bonanomi, che guadagna la testa della generale.

Sesta vittoria a rischio.

Per Rossi, che dopo la vittoria della PS7 sembrava avere nelle mani il Monza Rally Show 2017, l’impresa di diventare il più vincente della storia di questa competizione sembra essere compromessa, dal momento che restano solo due speciali da disputare, la PS8 ‘Marshall’ di 7,7 km e nella PS9 ‘Monster Energy Stage’ di 1,35 km, prove dunque corte dove, salvo clamorosi errori degli avversari, non sarà semplice recuperare il ritardo in classifica. Ad ogni modo, con due buone prove, il campione della MotoGP può ancora puntare al Masters’ Show, la sfida ad eliminazione diretta sul rettilineo centrale dell’autodromo monzese, con cui raggiungerebbe il pokerissimo nella sfida conclusiva dopo i successi del 2005, 2006, 2012 e 2016.