Grandi emozioni al Mottaccio del Balmone, storico tracciato di Maggiora, che per il secondo anno consecutivo torna ad ospitare il Campionato Mondiale di Motocross. Un vero e proprio bagno di folla ad applaudire le gesta di Cairoli, Desalle e Van Horebeek, in lotta per il titolo, nonostante la pioggia caduta abbondantemente nella notte. Pioggia che fortunatamente smette di cadere prima della partenza di Gara 1, offrendo il miglior fondo sull’incredibile pista di Maggiora. Tony Cairoli infiamma subito il pubblico vincendo a suo modo Gara 1: partenza fulminea, holeshot alla prima curva e poi via a comandare per tutta la gara. In Gara 2 Cairoli dimostra a tutti la sua superiorità e va nuovamente a vincere, firmando una splendida doppietta. Il pilota KTM incanta il pubblico con la sua guida e lascia poco spazio agli avversari che regalano ai tifosi delle belle lotte per il completamento del podio in entrambe le gare. Clement Desalle, l'avversario diretto di Tony Cairoli, soffre e perde punti preziosi per la corsa al titolo.

Gara 1 – Al via è subito Tony Cairoli a scattare velocissimo all’abbassarsi del cancelletto di partenza. Van Horebeek rimane leggermente attardato, perdendo un paio di posizioni e lasciando passare anche Desalle. Il pilota Yamaha riesce a riportarsi in seconda posizione, salvo poi cedere al belga sulla Suzuki,  che pare avere subito un ritmo superiore. In testa Cairoli prova l’allungo, ma Desalle non lascia spazio al siciliano e dopo 10 minuti di gara contiene il distacco in poco meno di 1 secondo e 5 decimi. Van Horebeek cede la posizione a Frossard, che inizia la rimonta sul duo di testa. Il pilota Kawasaki è il più veloce in pista ed a metà gara i tre piloti si ritrovano racchiusi in poco meno di 3 secondi. A dodici minuti dal termine il colpo di scena: Clement Desalle sbaglia la traettoria su un salto ed esce di pista con una caduta che coinvolge anche un fotografo, colpito, fortunatamente senza conseguenze, dalla Suzuki del belga. Via libera in testa alla corsa per Cairoli, impegnato a contenere la rimonta di Frossard. Nel finale è Van Horebeek a dare spettacolo recuperando velocemente su Frossard. Il portacolori Yamaha passa in seconda posizione a due giri dal termine. Cairoli allunga nei due giri finali, andando a vincere Gara 1 del GP di’Italia davanti a Van Horebeek ed a Frossard. Clement Desalle chiude in settima posizione davanti a David Philippaerts.

Gara 2 – Non serve molto per capire che oggi, in pista, nessuno può contrastare il pluri Campione del Mondo. Cairoli fotocopia la splendida prestazione di Gara 1 e si porta immediatamente al comando, lasciando agli avversari il compito di seguirlo, battagliando per il secondo posto. Chi paga parecchio è Clement Desalle, che dopo l’errore di Gara 1 non riesce ad azzeccare una buona partenza e si ritrova attardato a centro gruppo, oltre la decima posizione. Van Horebeek di nuovo appare il migliore tra gli avversari e si butta alla caccia di Cairoli. Dietro di lui l’altro pilota Suzuki Strijbos che prova ad ingaggiare un duello contro il pilota Yamaha. Van Horebeek controlla il vantaggio sul finale di gara, relegando la Suzuki di Strijbos in terza posizione a poco più di un secondo e mezzo. Nonostante la brutta partenza Desalle dà prova di carattere, risalendo il gruppo in un affannoso recupero. Al traguardo il belga arriverà quarto, dopo aver passato David Philippaerts. Cairoli si aggiudica cosi anche Gara 2 e di conseguenza il GP d’Italia, risultato che gli consente di riprendere un considerevole vantaggio in classifica generale dopo la brutta prova in Francia. Ora il pilota KTM comanda con un vantaggio di 38 punti su Clement Desalle, che paga gli errori commessi a Maggiora. Prossimo appuntamento con il Mondiale Motocross tra una settimana, il 22 giugno, con il GP di Germania.