A Misano è Andrea Dovizioso a conquistare la vittoria davanti al solito Marc Marquez (favorito però dalla caduta di Lorenzo a due giri dal termine). Sul gradino più basso del podio sale quindi l'ottimo Cal Crutchlow che precede la Suzuki di Rins. Male le Yamaha con Vinales quinto e Valentino Rossi solo settimo al traguardo. Tante dunque le emozioni regalate da questo GP di San Marino, andiamo adesso a vedere il meglio e il peggio di questa gara sammarinese della MotoGP.

Top, chi può sorridere e perché

Dominio Dovizioso

Una gara perfetta per il padrone di casa Andrea Dovizioso. Il forlivese infatti dopo essersi immediatamente preso la seconda posizione ha lasciato sfogare il compagno di squadra Jorge Lorenzo per poi sorpassarlo e imporre il proprio ritmo cercando la fuga. E così, sfruttando anche la battaglia tra i due spagnoli, il ducatista riesce a mettere tra sé e gli inseguitori due secondi, cioè quelli necessari per permettergli di mantenere la prima posizione quando Lorenzo e Marquez hanno provato a rimontare nel finale.

Marquez c'è…sempre

La pista non è di quelle che favorisce la Honda, ma Marc Marquez ha già dimostrato di poter competere per la vittoria su qualsiasi circuito e in qualsiasi condizione. E così anche a Misano il campione del mondo in carica è lì a lottare per le posizioni che contano e soprattutto è grande protagonista del duello più spettacolare di tutta la gara, quello fatto di sorpassi, controsorpassi, staccate al limite e incroci di traiettorie con il connazionale Lorenzo per la seconda piazza alle spalle di un imprendibile Dovizioso.

Flop, cosa dimenticare e in fretta

Lorenzo, che peccato

Aumentano i rimpianti per i tifosi della Ducati. A Misano Jorge Lorenzo, come accaduto spesso da quando ha annunciato il suo addio alla casa di Borgo Panigale dalla prossima stagione, è ancora protagonista in pista. Questa volta, dopo la pole, è autore di una eccezionale prestazione fino a due giri dal termine quando per un errore dettato dalla troppa foga finisce nella ghiaia con la sua Desmosedici quando si trovava in seconda posizione e stava producendo il massimo sforzo per cercare la rimonta sul compagno di squadra Dovizioso.

Miller dalle stelle alle stalle

Dopo la fantastica qualifica terminata con il sorprendente secondo tempo, la gara non regala altrettante emozioni a Jack Miller. L'australiano del team Pramac prima subisce il sorpasso da pare di Dovizioso e Marquez e poi scivola essendo costretto a riprendere la sua corsa dal fondo del gruppo. Poteva essere il suo grande giorno e invece…

Anonimo Rossi

Ci si aspettava un Valentino Rossi grande protagonista nel suo ritorno sul circuito amico di Misano dopo il forfait forzato della passata stagione. E invece il Dottore, che paga i limiti di una Yamaha non in grado di competere con i top team, è autore di una gara anonima che lo ha visto stazionare per tutti i 28 giri intorno all'ottava posizione.

Ancora una delusione per Vinales

Non ha fatto meglio l'altro alfiere della Yamaha, Maverick Vinales che a differenza del pesarese partiva dalla prima fila. Lo spagnolo continua la sua deludente stagione dovendosi arrendersi non solo ai big Dovizioso, Lorenzo e Marquez, ma anche alla Honda non ufficiale di Crutchlow e alla Suzuki di Rins, chiudendo la sua gara con un mesto sesto posto finale.