Solo tornare in sella può far dimenticare un weekend difficile come quello del Mugello. E Valentino Rossi ci ha provato in tanti modi, dividendosi tra allenamenti con la moto da cross a Cavallara e sfide con i piloti dell'Academy al Ranch di Tavullia, dove in questi giorni ha avuto come ospiti anche l’ex pilota di Formula 1 Gerhard Berger e il campionissimo del WRC Sebastien Ogier. Per tornare davvero in pista il pesarese dovrà aspettare ancora qualche giorno, il prossimo GP di Catalunya, conto alla rovescia interminabile in un caso come quello di Valentino.

“Sarà un altro weekend impegnativo, ma ci proviamo”

Dopo il complicato weekend al Mugello andiamo a Barcellona, ​​una pista che mi piace davvero – dice Rossi che al Montmelò è il pilota che ha vinto di più: dieci vittorie in carriera, sette in MotoGP, l’ultima nel 2016. 3° lo scorso anno dietro a Marc Marquez e al vincitore Jorge Lorenzo su Ducati, il pesarese è salito 14 volte sul podio in MotoGP, 17 tra le tre classi. Record che non bastano in un momento così difficile con la M1, con Rossi che in campionato è comunque il primo dei piloti Yamaha ma a 43 punti dalla Honda di Marquez.

In Spagna sarà sicuramente un altro fine settimana impegnativo, perché nell'ultima gara non siamo stati molto competitivi. Dovremo lavorare duro, ma proveremo fare del nostro meglio per risolvere i problemi e ottenere il miglior risultato possibile.  Lunedì ci sarà anche un giorno di test, cercheremo di lavorare al meglio e sfruttare al meglio l’occasione” le parole di Rossi alla vigilia del weekend.

Vinales: “Dobbiamo cercare il punto debole della M1”

Anche il suo compagno di squadra Maverick Vinales non vede l’ora di tornare in pista, soprattutto perché si tratta del suo GP di casa. “Non vedo l’ora di correre davanti ai miei tifosi. Montmelò è una pista molto speciale per me, è un circuito che mi piace e dove posso sentire tutto il loro supporto, ha un’atmosfera straordinaria” ha detto il pilota spagnolo. “Spero di poter ricambiare con un buon risultato e perché no, con un podio, che è sempre il nostro obiettivo”.

Il Mugello è stata una gara molto difficile perché era molto impegnativa dal punto di vista fisico” ha aggiunto Vinales, 6° al Mugello e 8° in campionato a 32 punti da Valentino – . Dobbiamo continuare a lavorare sodo e cercare di trovare il punto debole della moto, quindi saremo in grado di continuare a lottare per essere in cima alla classifica. Rimaniamo concentrati e mostreremo il lato migliore di noi per i nostri fan”.