Ultimo turno di test prima del via del campionato MotoGP 2019 ma prima uscita pre-stagionale per Jorge Lorenzo che, saltati i test in Malesia per l’infortunio al polso sinistro rimediato a metà gennaio, in Qatar è tornato per la prima volta a girare con la Honda dopo la pausa invernale. Vestito nei colori ufficiali che nei test post-campionato di Valencia e Jerez non aveva potuto indossare perché ancora sotto contratto con la Ducati, Lorenzo ha mostrato la grafica definitiva del casco sfoggerà in questa stagione.

Il ritorno di Chupa Chups e la frecciata alla Ducati

Rispetto al disegno già anticipato in occasione della presentazione della Honda a Madrid, sul casco spicca la presenza di uno dei suoi storici sponsor, il marchio di caramelle Chupa Chups che ritorna nella parte superiore, al centro del suo iconico simbolo, la X di Por Fuera, nello spazio che l’anno scorso era occupato dal logo Ducati.

La grafica finale del nuovo Shark Race–R Pro 2019 di Jorge Lorenzo / #JL99
in foto: La grafica finale del nuovo Shark Race–R Pro 2019 di Jorge Lorenzo / #JL99

Confermati sia look nero opaco con le fiamme rosse e blu sui lati sia il logo dello sponsor Red Bull sulla mentoniera ma soprattutto il messaggio impresso nella parte posteriore. “I’m not a great rider, I’m a champion” (“Non sono un grande pilota, sono un campione”) è la frase che si legge tra le cifre del suo 99 e diventata un vero e proprio tormentone dopo le polemiche scoppiate lo scorso anno con la Ducati, quando l’amministratore delegato Claudio Domenicali lo aveva definito un “grande pilota non riuscito a tirare fuori il meglio dalla moto” per giustificare il suo licenziamento. Lorenzo aveva replicato con la battuta al veleno e vincendo consecutivamente al Mugello e poi a Barcellona.