Andrea Dovizioso, 33 anni / Getty
in foto: Andrea Dovizioso, 33 anni / Getty

Non è stato uno dei migliori weekend della stagione ma il settimo posto portato a casa da Andrea Dovizioso a Phillip Island ha permesso al pilota della Ducati di confermarsi al secondo posto nel campionato piloti per il terzo anno di fila, un record tra i piloti ancora a secco di titoli iridati che hanno chiuso in campionato da vice-campione del mondo per tre volte consecutive. In passato, a chiudere tre volte in seconda posizione, ma non una dietro l’altra, era stato Dani Pedrosa (2007, 2010 e 2012) mentre per trovare due secondi posti in fila bisogna tornare indietro agli Anni 80 a Randy Mamola, vice iridato nel biennio 1980-81 e poi anche nel 1984 e 1987.

Dovizioso: "A Sepang possiamo essere competitivi"

Rispetto alle ultime due stagioni, il distacco dal rivale Marc Marquez è però più che raddoppiato. “Quest’anno abbiamo fatto più fatica delle altre stagioni ma nonostante gli alti e bassi ci siamo confermati in seconda posizione” ha analizzato Dovizioso che dopo aver dovuto fare i conti con una pista “anomala” come quella di Phillip Island non vede l’ora di tornare a girare su quello è il suo circuito favorito. “Quello di Sepang è sicuramente quello che preferisco in calendario. Ho degli ottimi ricordi (qui Dovizioso ha conquistato la sua prima vittoria con Ducati nel 2016, ndr) e riesco a sfruttare al massimo le mie caratteristiche anche se, allo stesso tempo, è uno dei più esigenti del Mondiale”.

Caldo e forte umidità  – dice sempre Dovizioso – sono due condizioni che in passato ci hanno particolarmente influenzato, per cui vedremo cosa succederà quest’anno. Sulla carta penso che potremo essere competitivi in tutte le condizioni, con o senza pioggia, come abbiamo già dimostrato, ma oggi in MotoGP è davvero difficile fare delle previsioni”.

Per la Ducati, che si è assicurata anche il secondo posto nel campionato costruttori davanti alla Yamaha, resta da difendere la leadership del campionato a squadre squadre dove il team di Borgo Panigale ha un punto di margine sul team HRC quando restano due gare alla fine del campionato. “Saranno due gare importanti per il titolo a squadre ed è questo il nostro obiettivo principale”.