Tra pochi giorni Vale compie 40 anni. Io gli dico di arrivare a 46 e poi smettere”. Questo il consiglio di Luca Marini al fratello Valentino Rossi che, in occasione della presentazione del team Sky VR46 con cui sarà impegnato in Moto2, ha parlato del pesarese e della possibilità che, alla fine della stagione 2020, quando scadrà il contratto biennale che lega Rossi alla Yamaha, il Dottore decida di continuare o meno a correre nel Mondiale.

Quando si ritirerà non sarà più la stessa cosa – ha aggiunto Marini – ma non voglio fare una scelta azzardata per correre contro di lui un anno e mettere a repentaglio la mia carriera” le parole del 21enne pilota come riportate da Sky SportAffrontare Vale da avversario in griglia sarebbe una cosa bella ed affascinante ma voglio fare il salto nel momento giusto, con un team di livello e una moto competitiva. Devo guadagnarmi la mia occasione facendo bene in Moto2” ha spiegato Marini che in vista della nuova stagione, che scatterà il prossimo 10 marzo in Qatar, non ha nascosto di puntare al titolo di campione in Moto2. “Per il Mondiale siamo favoriti in 5-6 piloti, ma conquistare il mondiale non cambierebbe le cose. Io penso a fare un passo per volta”.

I primi test ufficiali della Moto2 scatteranno dal 20 al 22 febbraio a Jerez e per Marini saranno un importante banco di prova non solo per le tante novità tecniche introdotte in questa stagione, come il nuovo motore Triumph e il pacchetto elettronico Magneti Marelli, ma anche per verificare le condizioni della spalla operata: “Sono pronto a tornare in sella, sto bene e la riabilitazione sta procedendo nel migliore dei modi. L’obiettivo è lavorare sodo nel pre campionato per arrivare al massimo delle nostre possibilità all’inizio del campionato”.