Speriamo di essere competitivi e di essere veloci, e poter lottare per il podio perché è da tanto che ci manca”. Valentino Rossi sintetizza così le sensazioni della vigilia del Gp d’Australia, terz’ultimo round del campionato del mondo MotoGP 2018. Giù dal podio dal secondo posto conquistato al Sachsenring, il pesarese torna a Phillip Island per ritrovare la top 3 su una delle piste dove detiene il record di vittorie, otto in carriera, sei in classe regina, e dove ha chiuso sul podio le ultime due edizioni del Gp. In ogni caso, a partire da favorito è il neo campione Marc Marquez che, reduce da tre vittorie consecutive, vuole chiudere davanti anche in Australia, dove ha vinto la gara dello scorso anno e, nel 2016, complice una caduta quando era in testa, ha lasciato che fosse la Honda del compagno di marca Cal Crutchlow a vincere la gara. “Phillip Island è sempre una pista un po’ particolare, soprattutto per il meteo – ha ammesso Rossi ai microfoni di Sky SportPer cui speriamo che domenica ci sia il sole”.

"Qui posso giocarmela ma contro Dovi non sarà facile"

Con il titolo nelle mani di Marquez, l’attenzione si sposta sulla lotta per il secondo posto nel mondiale, una piazza d’onore che, dopo due quarti posti nelle due ultime gare in Thailandia e Giappone, Rossi insegue con un distacco di 9 punti dal secondo, il pilota Ducati Andrea Dovizioso. Un obiettivo non impossibile per il Dottore dopo una stagione difficile come quella della Yamaha. “È importantissimo cercare di lottare con Dovizioso ma per prima cosa sarà importante arrivare nei primi tre, perché comunque sei sul podio del mondiale – dice Valentino – . “Non sono lontano da Dovizioso, questa è una pista dove posso giocarmela, vedremo. Non sarà molto facile, perché Andrea ha 9 punti in più e soprattutto perché sia in Malesia che a Valencia, sulla carta, può essere più veloce. Ma ci proviamo, è comunque un qualcosa di importante per mantenere la concentrazione”.

Valentino Rossi a Phillip Island / Getty Images
in foto: Valentino Rossi a Phillip Island / Getty Images

Dovizioso: "L'obiettivo è restare secondo"

D’altra parte, Andrea Dovizioso è determinato a mantenere la posizione nel mondiale: “Dopo Motegi il mio obiettivo è restare in seconda posizione nel campionato perché Valentino adesso è solo a 9 punti – ha dichiarato DesmoDovi – Qui a Phillip Island, dove mi aspetto che le Yamaha vadano forte, come ogni anno per noi sarà un test fondamentale perché da Brno siamo sempre stati in lotta e abbiamo dimostrato di essere veloci in piste su cui abbiamo sempre fatto fatica. Stiamo vivendo un momento positivo, quindi vogliamo continuare così, evolvere la moto e migliorare ancora. Sono gare in cui bisogna portare a casa tanti punti se vuoi giocarti il campionato. Sappiamo che non è una pista facile, va presa nel mondo giusto. Mi aspetto più velocità dell’anno scorso e dell’anno prima, ma non vuol dire stare là davanti. Vedremo il livello degli avversari, bisogna essere pronti a prendere e portare a casa il massimo.