Pecco Bagnaia, Fabio Di Giannantonio, ANdres Dovizioso e Valenitno Rossi
in foto: Pecco Bagnaia, Fabio Di Giannantonio, ANdres Dovizioso e Valenitno Rossi

Italians do it better. Niente malizia, parliamo di Motomondiale e di piloti italiani, i più vincenti della storia del campionato del mondo. Nell’ultimo Gran Premio di Thailandia, a Buriram, gli azzurri hanno ritoccato quello che è uno dei record più significativi per il motociclismo tricolore, il maggior numero di vittorie conquistato da piloti di una stessa nazione, nuova vetta raggiunta grazie ai trionfi di Fabio Di Giannantonio in Moto3 e Pecco Bagnaia in Moto2 che hanno permesso all’Italia di raggiungere lo storico traguardo di 800 vittorie nel Mondiale. Staccate le altre nazioni, a partire dalla Spagna, a quota 596 vittorie, e la Gran Bretagna con 383 affermazioni.

800 vittorie nel Motomondiale

Dalla prima edizione del campionato del mondo di velocità, nel 1949, ad oggi, sono state disputate 3084 gare e, fin dal principio, in particolare dal GP di Svizzera di quell’anno, vinto in 125 da Nello Pagani e in 250 da Bruno Ruffo, i piloti italiani sono saliti sul gradino più alto del podio in quasi tutte le stagioni, con la sola eccezione del biennio 1961-62. Per numero di vittorie, il pilota italiano più vincente in assoluto è Giacomo Agostini con 122 trionfi nel Motomondiale, seguito da Valentino Rossi, a quota 115 successi. Sul terzo gradino del podio, alle spalle dei due campionissimi che, da soli, sommando le vittorie, arrivano già quota 237 affermazioni, troviamo Max Biaggi, fermo a 42 vittorie. Oltre a loro tre, a far suonare l’inno di Mameli sulle piste del mondiale sono stati altri 76 piloti, un elenco lunghissimo che, in particolare, brilla in classe 125, dove gli azzurri hanno conquistato 220 vittorie, cui si aggiungono 24 vittorie in Moto3. 240, invece, le vittorie complessive in classe MotoGP/500, 200 quelle in classe 250 e 29 in Moto2. A queste si sommano le 66 vittorie arrivate nell’ex classe 350, le 3 dell’ex classe 80 e le 18 dell’ex 50. La pista più amata dai piloti italiani è il TT Circuit di Assen, l'unico tracciato da sempre presente in calendario e dove i rider italiani hanno tagliato per primi il traguardo in 78 occasioni.

I trionfi azzurri*

122 Giacomo Agostini; 115 Valentino Rossi; 42 Max Biaggi; 39 Carlo Ubbiali; 34 Luca Cadalora; 29 Loris Capirossi; 27 Eugenio Lazzarini; 27 Pierpaolo Bianchi; 24 Walter Villa; 22 Marco Melandri; 21 Fausto Gresini; 20 Andrea Dovizioso; 20 Tarquinio Provini; 14 Marco Simoncelli; 13 Andrea Iannone; 12 Mattia Pasini; 10 Romano Fenati; 9 Ezio Gianola; 9 Roberto Locatelli; 9 Francesco Bagnaia; 8 Loris Reggiani; 8 Franco Morbidelli; 8 Paolo Pileri; 7 Franco Uncini; 7 Lucio Cecchinello; 7 Enrico Lorenzetti; 6 Libero Liberati; 6 Umberto Masetti; 6 Marco Lucchinelli; 6 Renzo Pasolini; 6 Doriano Romboni; 5 Pierfrancesco Chili; 5 Dario Ambrosini; 5 Simone Corsi; 5 Stefano Perugini; 4 Bruno Ruffo; 4 Gilberto Parlotti; 4 Roberto Rolfo; 4 Nello Pagani; 3 Otello Buscherini; 3 Gianni Leoni; 3 Alberto Pagani; 3 Niccolò Antonelli; 3 Graziano Rossi; 3 Emilio Mendogni; 3 Simone Sanna; 3 Enea Bastianini; 3 Alessandro Gramigni; 3 Alfredo Milani; 3 Silvio Grassetti; 2 Angelo Bergamonti; 2 Fabio Di Giannantonio; 2 Maurizio Vitali; 2 Gianfranco Bonera; 2 Virginio Ferrari; 2 Gianluigi Scalvini; 2 Marco Bezzecchi; 2 Alberto Gandossi; 2 Lorenzo Baldassarri; 1 Michele Pirro; 1 Remo Venturi; 1 Guido Sala; 1 Lorenzo Dalla Porta; 1 Marcellino Lucchi; 1 Mario Lega; 1 Ivan Goi; 1 Angelo Copeta; 1 Andrea Ballerini; 1 Paolo Casoli; 1 Giuseppe Colnago; 1 Domenico Brigaglia; 1 Romolo Ferri; 1 Pier Luigi Conforti; 1 Guido Leoni; 1 Bruno Spaggiari ; 1 Fausto Ricci; 1 Andrea Migno; 1 Bruno Casanova; 1 Duilio Agostini. *Aggiornamento 8 ottobre 2018.