Jorge Lorenzo non cambia idea. Il maiorchino ha raggiunto la Thailandia con l’intenzione di correre questo weekend anche se non si è ancora ripreso dall’infortunio al piede destro rimediato nell’ultimo GP di Aragon. Il pilota della Ducati ha accusato duramente Marc Marquez di essere stato il responsabile della caduta alla prima curva e, all’indomani della gara, sui social ha rivelato di aver ricevuto una telefonata da parte del connazionale, una chiamata che sembrava aver messo un punto alle polemiche con il futuro compagno di squadra.

Jorge Lorenzo, 31 anni / Getty Images
in foto: Jorge Lorenzo, 31 anni / Getty Images

“Marquez irresponsabile e imprudente”

Marc mi ha chiamato il giorno dopo, sono rimasto sorpreso, era interessato alle mie condizioni. È un qualcosa che apprezzo, ma questo non cambia nulla” le parole di Lorenzo alla stampa spagnola.Non posso essere ipocrita, a freddo continuo a pensarla allo stesso modo. Penso che si sarebbe potuto evitare. È stata una frenata irresponsabile e imprudente da parte di Marc. Sto pagando per questo perché non mi sono potuto allenare al 100 per 100 e per molti altri aspetti. È inutile cancellare il passato”.

Lorenzo, che oggi ha passato la visita medica obbligatoria e ricevuto l'idoneità a correre la gara di Buriram, in questi ultimi dieci giorni ha cercato di accelerare il recupero e ridurre l'infiammazione del piede ma capirà solo nelle prime libere di domani se sarà in grado in grado di disputare il weekend. "Mi piacerebbe correre, ed è per questo che sono qui. Ho fatto tutto il possibile per accelerare la ripresa, sia con il ghiaccio che con diversi macchinari" ha spiegato il maiorchino. "Ho provato in clinica uno stivale già usato e anche quello nuovo che mi ha portato AlpinestarsIl problema principale sarà sostenere il piede e le dita sul poggiapiedi nelle curve a destra".