Siamo qui, al Mugello in quel momento che Valentino Rossi ha definito giusto per fregare Marc Marquez. Conferenza stampa piloti del giovedì ad aprire uno dei weekend più attesi del calendario mondiale. Prime impressioni per Marc Marquez (Repsol Honda), Valentino Rossi (Movistar Yamaha), Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha), Alvaro Bautista (Go&Fun Gresini), Andrea Iannone (Ducati Pramac) e per la Moto 3 Romano Fenati (Sky VR46 racing team). Il primo a prendere la parola è il campione del mondo in carica e leader della classifica iridata, Marc Marquez, che sul weekend toscano ha ricordato la sua prima vittoria nel Mondiale:

Ho bei ricordi al Mugello. Ho vinto la mia prima in 125c. Lo scorso anno è stato un weekend difficile dopo per la caduta di venerdì. Vedremo a un anno di distanza sarà diverso”.

Al Mugello è un’esperienza speciale, è una pista veloce e stretta. È uno dei circuiti più difficili ma te lo godi. Per il mio stile di guida dovrò cercare un compromesso”.

Il 20% del circuito sarà al 20% per Valentino Rossi” ha commentato il fenomeno di Cervera che sul pesarese al traguardo dei 300 GP ha concluso. “Da lui mi aspetto una grande performaces, ma anche da Lorenzo. Noi cercheremo comunque di fare il nostro lavoro e centrare il nostro obiettivo. Arriverà un giorno in cui la domenica non sarà per me possibile vincere. Ma sarà importante in quella gara essere secondo o terzo.

Valentino Rossi al Mugello toccherà quota 300 GP in carriera. Sul sapore di questo traguardo il pluricampione pesarese confessa: “È un numero che non mi rende felice perché vuol dire che sono vecchio. Ma sono contento di arrivare in al Mugello in forma e con belle gare alle spalle. Sono molto felice perché tre podi in cinque gare sono importanti.

A Le Mans sono stato un po’ ottimista ma riguardando la gara Marc ha fatto due errori ma aveva un ottimo passo per fare una rimonta. Vuol dire che era velocissimo e sarebbe stato difficile vincere comunque.

La cosa importante questo weekend sarà migliorare con il mio team. Lo scorso anno la Yamaha è stata ottima, specialmente Jorge, ma anche Crutchlow. Vedremo, quest’anno sarà un’altra storia”.

Jorge Lorenzo cercherà di recuperare gap su un circuito dove ha trionfato nelle ultime tre edizioni dopo un inizio stagione non particolarmente fortunato: “Rispetto a quanto abbiamo mostrato in gara mi sento meglio” ha spiegato il pilota majorquino: “Mi sento bene con le nuove condizioni che abbiamo oggi”.

A Le Mans speravo di riuscire bene ma non ce l’ho fatta. Nel warm up mi sentivo meglio ma in realtà era peggio. Sono ottimista comunque. Il Mugello è speciale per tutti i piloti, per me molto speciale, lo scorso anno arrivava in un momento difficile lo scorso anno, speriamo accada così anche quest’anno”.

Alvaro Bautista:A Le Mans è stata un’ottima gara. Questo è un circuito totalmente diverso. L’obiettivo è rimanere allo stesso livello ma arrivare a podio sarà difficile come chiudere nella top 5. Dobbiamo ancora lavorare. In passato qui ho vinto ma con la MotoGP è difficile, non è facile andare veloce”.

Andrea Iannone: “La moto non è niente male quest’anno. Cercherò di migliorare questo weekend. Lo scorso anno è stato difficile per diversi incidenti. Quest’anno ho iniziato per migliorare la mia condizione fisica. Al Mugello per ogni pilota italiano è un ottimo weekend, per me in particolare perché ho una moto italiana un team italiano. Voglio fare bene”.

Romano Fenati: “A Austin, in Argentina e a Jerez abbiamo fatto buone gare. A Le Mans siamo stati sfortunati. Adesso bisogna lavora per tutto il campionato e portare a casa dei buoni risultati. Abbiamo iniziato da stamattina a lavorare per domani e staremo a vedere cosa succede, voglio fare del mio meglio”.