Lo show delle qualifiche non si è fatto attendere a Silverstone, dopo un fine settimana che ha visto le Yamaha dettare il ritmo ma che in qualifica non sono riuscite a fermare la grande capacità di Marc Marquez di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. La sua preda, in Inghilterra, è stata Valentino Rossi, tallonato nell’ultima uscita e beffato soltanto nel finale, quando era il pesarese a fare da battistrada con un gran filotto di caschi rossi nei primi settori.

Marquez beffa Rossi nel finale, ma Super Valentino

Con il riferimento del Dottore davanti e Jack Miller nella sua scia, al traguardo è Marquez a sfoderare il sorriso più grande e ad assicurarsi la pole del GP di Gran Bretagna con il tempo di 1’58.168, il nuovo giro record della pista inglese. 60 pole position in 120 gare per lo spagnolo, mentre a Rossi va la piazza d’onore di una prima fila condivisa con Jack Miller, primo dei piloti Ducati. Deve accontentarsi della seconda fila la stellina Fabio Quartararo che con la Yamaha Petronas in griglia precede la Suzuki Alex Rins e la Yamaha ufficiale di Maverick Vinales.

Dovizioso in terza fila

Terza fila per Andrea Dovizioso che, transitato dalle Q1, ha dovuto fare i conti anche con lo spegnimento della sua GP19 alla fine delle FP4, un warning che lo ha lasciato a piedi, costringendolo ad affrontare le qualifiche con la seconda GP19 a sua disposizione. Un cambio moto che non ha fermato il ducatista, determinato a trovare una buona posizione sullo schieramento dopo essere rimasto fuori dai primi dieci dalla combinata del mattino. Superato il taglio delle Q1 davanti Alex Rins, DesmoDovi ha trovato il settimo tempo e in griglia scatterà davanti a Franco Morbidelli e Cal Crutchlow, caduto nel finale.

Alle loro spalle, Takaaki Nakagami, Danilo Petrucci e Aleix Espargaro. Quinta fila per Pol Espargaro con la KTM precede i compagni di marca Johann Zarco e Miguel Oliveira, sesta fila per Tito Rabat e gli italiani Andrea Iannone e Pecco Bagnaia, penultima per Jorge Lorenzo al rientro dopo lo stop per l’infortunio alla schiena.

Classifica dei tempi MotoGP

Qualifiche nr.2 GP di Gran Bretagna, 24 agosto 2019
1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 330.2 1'58.168
2 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 320.4 1'58.596 0.428 / 0.428
3 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 329.2 1'58.602 0.434 / 0.006
4 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 316.7 1'58.612 0.444 / 0.010
5 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 325.3 1'58.670 0.502 / 0.058
6 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 320.4 1'58.762 0.594 / 0.092
7 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 329.2 1'58.762 0.594
8 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 322.3 1'59.096 0.928 / 0.334
9 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 329.2 1'59.243 1.075 / 0.147
10 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 322.3 1'59.427 1.259 / 0.184
11 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 327.2 1'59.487 1.319 / 0.060
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 327.2 1'59.620 1.452 / 0.133

Qualifiche nr.1 GP di Gran Bretagna, 24 agosto 2019
(Q2) 1 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 328.2 1'58.944
(Q2) 2 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 322.3 1'59.190 0.246 / 0.246
3 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 321.4 1'59.549 0.605 / 0.359
4 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 322.3 1'59.648 0.704 / 0.099
5 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 319.5 1'59.758 0.814 / 0.110
6 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 326.2 1'59.916 0.972 / 0.158
7 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 324.3 2'00.240 1.296 / 0.324
8 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 324.3 2'00.362 1.418 / 0.122
9 50 Sylvain GUINTOLI FRA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 319.5 2'00.660 1.716 / 0.298
10 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 322.3 2'00.700 1.756 / 0.040
11 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 324.3 2'01.562 2.618 / 0.862
12 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 317.6 2'04.845 5.901 / 3.283