Marc Marquez / Getty
in foto: Marc Marquez / Getty

Manca poco all'inizio della MotoGP, ancora una settimana e poi le due ruote prenderanno il via; la stagione 2018 partirà dal circuito di Losail, in Qatar, e vedrà i soliti protagonisti al via con Marc Marquez, campione del mondo, a difendere il titolo e tutti gli altri – tra cui Dovizioso, Lorenzo, Pedrosa, Vinales e Valentino Rossi – a cercare di prendersi la corona.

Il campione del mondo teme il Dovi

I test pre stagionali non hanno dato indicazioni precise; nell'ultimo test pre-campionato sul circuito di Losail, infatti, i principali contendenti al titolo si sono ritrovati distaccati di un soffio, troppo vicini sia nei tempi sul giro che sul ritmo di gara per decretare un vero e proprio favorito. Per una volta, però, lo spagnolo della Honda non appare in grado di dominare la scena, ma a fargli concorrenza ci sarà la Ducati di Andrea Dovizioso. Sembra proprio il pilota italiano quello in grado di scalzare Marquez tanto che anche il campione del mondo mette le mani avanti:

Tutti possono vincere. Se si osserva il ritmo dei long run alla fine del test, sembra che anche Petrucci possa essere molto veloce in gara.– ha spiegato Marquez parlando al sito Motorcyclenews -. Cal, pure, era molto veloce e Zarco è stato veloce per un giro anche se ha faticato di più nel lungo periodo. Alla fine della giornata Valentino era molto veloce, e Dovi sarà il più forte. Noi siamo pronti a correre e abbiamo disputato un buon pre-campionato, lavorando duramente in Malesia, in Tailandia e ancora in Qatar.

Quello che sta per iniziare potrebbe essere uno dei mondiali più combattuti degli ultimi anni: non ci sono, infatti, solo i soliti noti a combattere per la vittoria ma anche alcune delle cosidette "nuove leve", primo tra tutti quel Zarco che già nella passata stagione si è messo in luce a suon di belle prestazioni e duelli all'ultima staccata. Il favorito numero uno è Marquez, l'ultimo titolo mondiale conquistato non può non far pendere l'ago della bilancia dalla sua parte, ma per Dovizioso il 2018 potrebbe essere l'anno giusto. Sarò una sfida soprattutto tra loro due; il mondiale è pronto per partire, gli sfidanti non vedono l'ora di scendere in pista.