Le Ducati Pramac di Bagnaia e Miller
in foto: Le Ducati Pramac di Bagnaia e Miller

Anche il team Ducati Pramac ha svelato la livrea delle moto che, nel mondiale 2019, saranno portate in pista da Francesco "Pecco" Bagnaia e Jack Miller: una presentazione, quella del team di Francesco Guidotti, inedita avvenuta presso gli studi di Sky e che ha visto le due moto vestite con i colori che sono ormai diventati una tradizione – il bianco, il rosso ed il blu –  ridistribuiti dal Centro Stile Lamborghini diretto da Mitja Borkert.

Una livrea creata in collaborazione con Lamboghini

Una grafica accattivante e innovativa rispetto al passato che combina i classici colori Pramac con la "Y" tipca del design Lamborghini su entrambi i fianchi della Desmosedici GP chee va a separare il rosso, che copre la parte superiore delle carene, dal blu, che invece spicca in quella più bassa. Moto diverse, però, per i due piloti con Jack Miller che avrà a disposizione la GP19 identica a quelle di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci mentre per l'esordiente Francesco "Pecco" Bagnaia ci sarà la GP18, la moto che ha vinto ben 7 GP nella passata stagione.

Obiettivo "Rookie of the Year" per Bagnaia

Proprio l'italiano è una delle grandi speranze Ducati non solo per l'immediato, ma soprattutto in ottica futura. Alla sua prima stagione con i grandi, Bagnaia è pronto a fare bene dimostrandosi da subito veloce e pronto a recitare un ruolo da protagonista anche se la vittoria appare molto complicata da raggiungere: "Sono entusiasta di cominciare questa nuova avventura con una squadra che fin dal primo giorno si è dimostrata molto presente, molto attenta e con grandi ambizioni. Questi sono fattori molto importanti per me. Nei test abbiamo fatto bene, giro dopo giro il feeling con la moto è cresciuto. Il primo Gran Premio, però, è già alle porte e non vedo l’ora di scendere in pista in Qatar. Mi muovo ancora con circospezione in questo nuovo e immenso mondo della MotoGP, ma colgo tanti sguardi di apprezzamento e rispetto e la cosa mi fa piacere. Voglio crescere e fare esperienza, ho un gran team alle spalle per farlo, e mi piacerebbe vincere il titolo di ‘Rookie of the year' a fine stagione" sono state le sue parole.