La stagione 2018 è andata ormai in archivio ma i campionissimi della MotoGp continuano a far parlare. Da una parte ci sono i big come Marc Marquez e Jorge Lorenzo che hanno approfittato dell’inizio della pausa invernale per risolvere problemi e infortuni rimediati sui circuiti del campionato, dall’altra le prime giornate di relax ma anche divertimento per molti dei protagonisti del mondiale.

Redding punge Rossi sui social

Nel fine settimana ha fatto notizia la vittoria di Valentino Rossi insieme a Franco Morbidelli alla 100 km dei Campioni, l’ormai tradizionale gara a coppie organizzata dal pesarese nel suo Ranch a Tavullia. Una foto di un’impennata di Valentino è stata pubblicata sui profili social della MotoGP. “Moto diversa ma sempre lo stesso stile per Valentino” si legge sul canale ufficiale del Motomondiale. Tra le centinaia di commenti, anche quello di Scott Redding. Piloti che si organizzano le loro gare e poi le vincono tutte – scrive il britannico – Molto promozionale se effettivamente ci pensi. Buon divertimento comunque”.

Parole che non sono sfuggite ad appassionati e tifosi del Dottore. Meno parole e più gas. E buona fortuna per il BSB” gli ricorda qualcuno. Una bufera alla quale Redding ha cercato di rimediare. “Non voglio iniziare una polemica ma mi riferisco anche a Marc e al Superprestigio”. In ogni caso non la prima scatenata da Redding che, anche con l’Aprilia, dopo aver saputo che al suo posto sarebbe arrivato Andrea Iannone, non c’era andato piano. “Neanche Marquez messo sulla moto vincerebbe una gara” aveva detto il 25enne pilota di Gloucester che, fatta la valigia, affronta la nuova avventura nel campionato britannico Superbike con il team team Be Wiser Ducati di Paul Bird in sella a una Ducati Panigale V4 R, in assoluto la sua prima stagione in sella a una derivata dopo undici nel Motomondiale tra MotoGP, Moto2 e 125.