Maverick Vinales e Valentino Rossi / GettyImages
in foto: Maverick Vinales e Valentino Rossi / GettyImages

Il mondiale piloti è ormai andato, finito nelle mani di Marc Marquez che si è laureato campione per la settima volta in carriera – la quinta da quando corre in MotoGP -, così come il secondo posto nel mondiale occupato da Andrea Dovizioso. In Yamaha, però, quella di Valencia rappresenta una tappa decisiva per le gerarchie all'interno del box dove i due piloti sono distanziati da appena due punti: Valentino Rossi, 3° nel mondiale piloti, è a quota 195 mentre il suo compagno di squadra Maverick Vinales, occupa attualmente la quarta posizione a 193.

Il Dottore vuole chiudere in bellezza

Normale, vista la situazione, che in casa Yamaha si senta aria di derby. Entrambi i piloti, infatti, vogliono salire sul podio della classifica mondiale e quella di Valencia rappresenta l'ultima opportunità per il pilota italiano di difendere la posizione mentre per lo spagnolo di effettuare il sorpasso, per di più sulla pista di casa. Un duello che il Dottore, non ha nessuna intenzione di perdere.

Per noi sarà un weekend interessante perché è un circuito dove di solito non siamo molto veloci, ma nelle ultime gare abbiamo visto alcuni miglioramenti. In Malesia siamo stati molto veloci durante tutto il weekend e anche in gara che non è finita bene, ma rimangono aspetti positivi – sono state le parole del numero 46 al sito ufficiale del team -.  A Valencia cercheremo di fare del nostro meglio. Vorremmo finire la stagione con un risultato positivo. Poi ci saranno prove a Valencia e quelle a Jerez. Saranno settimane molto intense.

Vinales: "Voglio chiudere al 3° posto nel mondiale"

Arriva con tutt'altro spirito Maverick Vinales che, dopo la vittoria in Australia e il quarto posto in Malesia, vuole continuare il trend positivo per scavalcare il compagno di box: "Ho uno stato d'animo molto positivo. La moto è competitiva, il circuito Ricardo Tormo mi piace molto e si adatta molto bene al mio stile di guida: l'anno scorso non è stata una buona gara, ma ora voglio dare il 100% per finire la stagione con un'altra vittoria. Mi sento molto fiducioso, il mio obiettivo è di chiudere terzo nel mondiale e siamo molto vicini: finire la stagione in terza posizione dopo un'annata così difficile sarebbe un piccolo successo per noi" sono state le sue parole. La sfida è lanciata, in palio non c'è solo il podio del mondiale, ma anche il ruolo di leader del box Yamaha.