Valentino Rossi è un idolo, simbolo dell’Italia e del motociclismo nel mondo, il nove volte campione è diventato nel corso degli anni una vera e propria icona, riscuotendo grande successo anche Oltreoceano.

Inaugurata un'opera in onore di Valentino Rossi

A Termas de Rio Hondo, in Argentina, dove domenica si terrà il secondo attesissimo round del campionato del mondo MotoGP 2018, il Dottore ha avuto un’accoglienza particolarmente calorosa, fin dall’arrivo in aeroporto dove alcuni passionati e tifosi lo hanno atteso per scattare foto e qualche selfie insieme. Le dimostrazioni di affetto nei confronti del nove volte iridato in Sud America non si sono però fermate a questo. Venerdì sera, dopo la prima giornata di libere, Rossi ha ricevuto l’omaggio della cittadina argentina. Alla presenza di Carmelo Ezpeleta, presso il Museo dell’Autodromo di termas de Rio Hondo è stata inaugurata un’opera dell’artista uruguaiano Joaquin Arbiza che che lo ritrae in sella alla sua moto. La statua pesa complessivamente 320 kg ed è stata realizzata utilizzato 9.000 parti di lamiere e rottami metallici mentre per il corpo sono state utilizzate delle portiere di auto degli anni ’50.

A Termas de RIo Hondo inaugurata un’opera dedicata a Valentino Rossi / MotoGP.com
in foto: A Termas de RIo Hondo inaugurata un’opera dedicata a Valentino Rossi / MotoGP.com

L’opera non è la prima testimonianza dell’affetto di Termas de Rio Hondo per il Dottore. In circuito sono diversi gli omaggi, a partire dalle scalinate in suo onore e una tribuna interamente a lui dedicata. Un’atmosfera sempre bellissima e tifo universale per il campione di Tavullia, consapevole di essere il vero, unico emblema della MotoGp che da oltre venti anni di nutre delle sue imprese. Gran piacere per il pesarese che, come mostrano anche i video finiti in rete, si è mostrato davvero grato del caro affetto argentino.

A post shared by valeyellow46🔵 (@ririyellow46) on