Valentino Rossi / Getty Images
in foto: Valentino Rossi / Getty Images

I test MotoGP di fine stagione a Valencia e Jerez hanno visto Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia in grande evidenza alla loro prima presa di contatto con le nuove moto. In particolare Morbidelli, salito sulla Yamaha del team Petronas dopo una stagione di apprendistato sulla Honda Marc Vds, è sembrato subito veloce e a proprio agio con la M1, chiudendo con il sesto tempo le ultime prove a Jerez. Un primo approccio che ha sorpreso anche nel caso di Bagnaia, all’esordio in MotoGP con la Ducati Pramac, che nel corso dei test ha dimostrato di potersi inserire stabilmente nella top ten.

“Bagnaia e Morbidelli non vedono l’ora di battermi”

Per i due piloti della VR46 Academy sarà avvincente il confronto diretto con Valentino Rossi, e proprio Valentino ha scherzato ai microfoni di Sky Sport sulla rivalità con i due piloti. “Negli ultimi anni abbiamo svolto un grande lavoro con l’Academy, forse troppo, perché l’anno prossimo due dei nostri piloti come Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia saranno in MotoGP…

È una bella bega, è una bega grossa. Loro dicono così ma in realtà mi vogliono fregare, non vedono l’ora di battermi, perché di solito i giovani con i vecchi fanno così… Dovremo cercare di vendere cara la pelle”.

Confronto rinnovato alla prossima stagione e ai primi test invernali a Sepang. “Il test di febbraio sarà subito un test molto importante perché capiremo il nostro livello per la stagione – ha aggiunto Valentino – Speriamo di riuscire ad andare più forte ed essere più competitivi, e speriamo che la Yamaha riesca a migliorare un po’. Ci sono quattro-cinque cose importantissime sui cui dobbiamo migliorare e ci stanno lavorando. Ci vuole tempo, ma da qui a febbraio è il momento giusto”.