Valentino Rossi a box / Yamaha MotoGP
in foto: Valentino Rossi a box / Yamaha MotoGP

Valentino Rossi arriva al Montmelò con la voglia di riscattare il disastroso weekend di due settimane fa al Mugello ma anche la consapevolezza di dover correre in difesa, visto il momento di difficoltà che sta vivendo con la Yamaha. “Amo da sempre questa pista ma arriviamo in un momento difficile soprattutto dopo un weekend duro e negativo come quello del Mugello, quindi bisognerà lavorare bene, stare concentrati e cercare di dare il massimo” ha detto Rossi alla vigilia del weekend.

"Sarà difficile essere nei dieci”

Quinto in campionato, il pesarese è il primo dei piloti Yamaha in classifica ma, con lo zero rimediato al Mugello, il suo ritardo è salito a quota 43 punti dal leader Marc Marquez. Un gap difficile da colmare nonostante sul circuito catalano il pesarese vanti ben 10 vittorie. Tra le caratteristiche della pista, a preoccuparlo è specialmente il lungo rettilineo dove teme di dover fare i conti con la carenza in termini di potenza della M1. “Sarà molto importante cercare di stare nei dieci, anche se ho paura che sarà difficile, considerando le nostre recenti performance. Da parte nostra cercheremo di lavorare meglio e di fare un time attack migliore per andare direttamente in Q2. Soffriamo un po’ in rettilineo e qui ce n’è uno molto lungo, ma vedremo domani come siamo messi”. Al Montmelò, il lavoro non si concluderà però domenica. “Lunedì ci sarà anche una giornata dedicata ai test e cercheremo di sfruttare questa occasione”.

La Yamaha con uno scarico nuovo

Tra le novità portate dalla Yamaha a Barcellona, anche un nuovo scarico che potrebbe debuttare già nel weekend. “Non ci saranno grosse novità, sarà un test interlocutorio, più che altro in preparazione del test di Brno, ma lavoreremo su varie aree, sia elettronica sia meccanica per cercare di migliorare l’erogazione del motore – ha chiarito il direttore sportivo del team Yamaha, Massimo Meregalli – . Ci sarà uno scarico nuovo, con un terminale più lungo, che probabilmente utilizzeremo già nel weekend”. Nel frattempo, dal team Petronas, la squadra satellite della Yamaha, è arrivata la conferma della partecipazione di Fabio Quartararo al GP. Il pilota francese, finito sotto i ferri la settimana scorsa per risolvere un problema all’avambraccio destro legato alla sindrome compartimentale, ha infatti ricevuto l’idoneità a correre dai medici presenti al Montmelò e potrà quindi tornare regolarmente in pista.