Valentino Rossi su podio del Mugello nel 2015 / VR46 Official
in foto: Valentino Rossi su podio del Mugello nel 2015 / VR46 Official

La modalità #ItalianGP è ormai nel vivo. Ancora poche ore e prati e tribune del Mugello inizieranno ad affollarsi degli oltre 100mila spettatori attesi per il Gp d’Italia, sesto round stagionale del calendario del Motomondiale. Un appuntamento imperdibile per l’apertissima sfida al vertice della classifica iridata, con Jorge Lorenzo che proverà a consolidare il suo primato in classifica piloti, e Marc Marquez e Valentino Rossi racchiusi in appena 12 punti. Sul circuito di casa, il pesarese proverà a ritoccare il suo record di vittorie, nove complessivamente tra le tre classi del Motomondiale, anche se l’ultimo trionfo del Dottore al Mugello risale al 2008, anno del suo sesto titolo iridato in classe regina. Da allora, escludendo Casey Stoner che fermò a sette i successi consecutivi del pesarese in top class, ad avvicendarsi sul podio sono stati gli spagnoli, Lorenzo e Marquez. Quest’ultimo, nel 2014, interrompeva il dominio del connazionale prima che, nel 2015, il maiorchino portasse a quota quattro le sue vittorie in sella alla Yamaha.

Rossi: “Amo il Mugello, ma molta più pressione”

Come ogni anno, il Fan Club Valentino Rossi si ritroverà sul prato Poggio Secco, pronto al sostenere il campione di Tavullia che, per l’appuntamento italiano, indosserà un nuovo casco speciale, ideato insieme al designer Aldo Drudi e ai suoi più fidati collaboratori. Per il campione di Tavullia, la tappa del Mugello è sempre ricca di emozioni e, proprio per questo motivo, sarà ancora più importante approcciare al fine settimana con la giusta concentrazione.

Il Mugello è fantastico, amo la pista e mi piace l'atmosfera ma il Gran Premio di casa è sempre più difficile rispetto agli altri – ammette Rossi.

Ci sono molte più cose da fare e molta più pressione intorno a me. Arriviamo in forma abbastanza buona e con la nostra moto che è molto competitiva – prosegue – Dopo Le Mans ho cercato di rilassarmi per arrivare al Mugello concentrato dal venerdì”.

Kiss Mugello? “Sarà ancora più un successo”

Il Mugello è però al centro dell’attenzione anche per il suo impegno nella sostenibilità dell’evento attraverso il progetto Kiss (Keep It Shiny and Sustainable) Mugello, l’iniziativa giunta alla quarta edizione e promossa da Yamaha Motor Racing, Autodromo del Mugello e Fim, con il supporto di Dorna e Irta. Il Mugello ha mostrato di essere il luogo ideale per questo genere di iniziative e nell’aprile dello scorso anno ha ricevuto il più alto livello di riconoscimento per la sostenibilità ambientale da parte offerto dalla Fia. L’obiettivo, come nelle passate tre edizioni, è quello di coinvolgere il pubblico che affollerà le colline toscane con iniziative di carattere sostenibile, sia ambientale che sociale. Il programma prevederà la distribuzione di 20.000 kit per la raccolta dei rifiuti, contenenti sacchetti biodegradabili e opuscoli con le istruzioni per la gestione, nonché un programma per la raccolta delle pile esauste all’interno del paddock. Quest’anno la VR46 del Dottore continuerà ad essere coinvolta nell’iniziativa, attraverso la vendita di T-shirt e cappellini Yellow + Blu = Green negli store VR46 in circuito, e una campagna di raccolta fondi a favore della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

Sono contento che il progetto Kiss Mugello sia giunto alla sua quarta edizione, tutto quello che contribuisce a rendere il circuito più bello è benvenuto – ha aggiunto – Negli anni passati e soprattutto lo scorso anno, il Kiss Mugello ha dato risultati molto buoni e questo è stato possibile grazie a tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa. Sono sicuro che quest’anno sarà ancora più un successo.

Anche quest’anno, circuito del Mugello e Yamaha promuovo l’iniziativa di raccolta fondi per l’Ospedale Meyer di Firenze, questo mi rende felice. Sono sicuro che formeremo un grande gruppo che permetterà al Mugello di rimanere il circuito più bello del mondo! – ha concluso.