rossi-morbidelli
in foto: Valentino Rossi e Franco Morbidelli – foto Instagram @vr46ridersacademyofficial

Un'amicizia consolidata nel tempo quella tra Valentino Rossi e Franco Morbidelli: il campione di Tavullia e il pilota romano, che insieme hanno vinto la 100 km dei Campioni, disputata al Ranch del Dottore, sono amici sia fuori che dentro la pista, ma dalla prossima stagione si troveranno a duellare nella classe regina del motomondiale. Un concorrente in più per Rossi visto che il suo allievo potrà disporre della Yamaha con la quale ha dimostrato di trovarsi subito a proprio agio.

Rossi scommette sulle qualità di Morbidelli

La prima stagione in MotoGP di Morbidelli, corsa con la Honda, si è chiusa con un 15° posto e 50 punti totali: un risultato che, a dispetto di quello che sembrano dire i numeri, si è rivelata positiva per il romano, pronto ora, con il passaggio alla casa di Iwata, a giocarsi le sue carte. L'ex campione del mondo in Moto2, nella prossima stagione, punta a migliorare il proprio score entrando stabilmente nella top ten; un'impresa, secondo Rossi, ampiamente alla sua portata.

Il Morbidelli fuori dalla MotoGP lo conosco già da tanto e mi ha già dato filo da torcere tante volte qui al Ranch. E’ stato impressionante il suo esordio sulla Yamaha, perché è andato subito molto forte, quindi l'anno prossimo sarà subito una bega per tutti – sono state le parole del Dottore riportate da Motorsport.com -. A Franco è piaciuta molto la Yamaha, perché è una moto generosa, che ti offre un bel feedback, quindi è una moto amica del pilota, ma ci manca un po’ di grip e lo ha capito anche lui. La mia idea è che i problemi che abbiamo e il carattere della moto è rimasto lo stesso anche con il motore nuove, quindi se vogliamo fare bene, bisogna ancora migliorare.

Ancora è troppo presto per vedere il pilota romano impegnato spalla a spalla con il numero 46, ma già nel 2019 Morbidelli, secondo Valentino Rossi, potrebbe dare del filo da torcere ai grandi della MotoGP. Gli insegnamenti del Dottore saranno preziosi per il giovane allievo pronto a ricalcare, almeno in parte, il percorso tracciato dal suo maestro. I test di fine anno hanno dimostrato come il feeling con la Yamaha è sicuramente migliore rispetto a quello che aveva con la Honda: nel 2019 Morbidelli è pronto a stupire dando ragione a Rossi che, prima di ogni altro, ha creduto nel talento del romano.