Campionato MXGP – credito fotografico Youthstream
in foto: Campionato MXGP – credito fotografico Youthstream

Per la terza volta in questa incredibile stagione il Mondiale Cross approda in Italia, ma purtroppo con un lista di partenti che vede tante assenze a causa dei numerosi infortuni patiti da quasi tutti i protagonisti. La stagione 2015 era partita ad altissimo livello, con Cairoli, Villopoto, Desalle ed un ritrovato Nagl ad animare le piste non appena scavalcato il cancelletto di partenza. Proprio Maximilian Nagl e la sua Husqvarna sembravano essere diventati i veri mattatori del campionato, ma ironia della sorte il tedesco ha dovuto alzare bandiera bianca nella gara di casa. Stessa sorte per Tony Cairoli, pesantemente infortunato a Maggiora, ma autore di una grande prova fisica per resistere al dolore e tentare di conquistare il nono titolo iridato. La sfortuna ha colpito anche Ryan Villopoto, costretto addirittura ad annunciare il ritiro anticipato dalle competizioni, e Clement Desalle, anche per questa stagione fuori dai giochi per il titolo.

In Italia sullo storico circuito di Mantova

La tappa brasiliana prevista per il 16 agosto, non confermata ed in seguito  annullata, aveva fatto ben sperare i tanti tifosi italiani. Le piste candidate per il recupero erano il circuito di Ottobiano e la storica pista di Mantova, che da oltre 30 anni ospita gare di livello internazionale. La scelta è caduta sul circuito gestito dal Motoclub Mantovano Tazio Nuvolari, un sodalizio nato nel 1914 e che ha già ospitato il Mondiale Cross in otto appuntamenti, l’ultimo dei quali nel 2010, anno in cui il GP venne vinto dall’indomabile Tony Cairoli.

Tony Cairoli: il grande assente

C’era tantissima aspettativa per il numeroso pubblico di appassionati verso il GP di Lombardia. A sole quattro tappe dalla fine di Campionato si potevano ipotizzare almeno due affascinanti scenari. Il primo nel quale Tony Cairoli si schierava dietro al cancelletto con la tabella rossa da leader della classifica saldamente in testa al mondiale, magari già in fuga verso il nono titolo. Il secondo nel quale il pilota KTM si ripresentava dopo lo stop di due GP per consentire il recupero del braccio infortunato, determinato più che mai a dar vita ad una incredibile rimonta. Purtroppo però la dura realtà è ben altra ed i tifosi non vedranno in pista la KTM numero 222. L’infortunio si è dimostrato più serio del previsto e Tony Cairoli ha annunciato che il suo Mondiale 2015 è già finito. In forse anche la partecipazione al Motocross delle Nazioni previsto per il 27 settembre in Francia.

“Affaire” francese

Con una lunga lista di infortunati e di piloti che oramai hanno perso il treno per la corsa al titolo, la questione per l’iride rimane una faccenda per i cugini d’oltralpe. Romain Febvre pare inarrestabile, e l’unico che potrebbe ancora destare qualche preoccupazione è il connazionale Gautier Paulin sulla Honda HRC. I punti che separano i due sono ben 84, ma con due manches a disposizione per ogni appuntamenti e con l’incubo dell’infortunio dietro ad ogni curva tutto può ancora cambiare. Ancora “tenuto in vita” dalla matematica anche il russo Evgeny Bobryshev, compagno di squadra in HRC di Paulin.

Come seguire il GP di Lombardia

Per non perdersi lo spettacolo del Campionato del Mondo Motocross il modo migliore è quello di recarsi sul “Circuito Internazionale Città di Mantova”, uscendo al casello di Mantova e dirigendosi in Viale Learco Guerra. In alternativa Mediaset garantisce la copertura televisiva, ricordando che il Campionato MXGP è uno degli eventi sportivi più seguiti del pianeta, con copertura televisiva in diretta in 179 paesi. Gli orari da non perdere: sabato ore 17 la mache di qualifica, domenica ore 14:15 Gara 1 e alle ore 17:10 Gara 2.