Tony Cairoli – Foto Instagram
in foto: Tony Cairoli – Foto Instagram

Herlings contro Cairoli, l'ennesima sfida tra i due pretendi al titolo MXGP 2018 va in scena in Francia, sul circuito di Saint Jean d’Angely; una sfida all'ultimo metro con l'olandese che vince Gara-1 e poi si ripete anche in Gara-2 ottenendo così l'ennesimo trionfo di una stagione da incorniciare; adesso sono 62 i punti che dividono i due in un mondiale che, arrivato al giro di boa, non sembra ancora aver emesso verdetti.

Doppietta per l'olandese, Carioli limita i danni

In Gara-1 l'olandese ha dominato lasciando agli avversari solo le briciole: già dalla partenza è sembrato chiaro che Herlings avrebbe chiuso davanti a tutti conquistando prima l'holeshot scegliendo una traiettoria esterna sulla destra e sorprendendo tutti, poi allungando giro dopo giro fino a tagliare il traguardo per primo. Più impegnativa, invece, la gara del pilota italiano scivolato in quinta posizione dopo il via e costretto a rimontare scavalcando Guillod, Coldenhoff e poi forzando il ritmo recuperando ben sette secondi su Clement Desalle senza però riuscire a superarlo ed accontentandosi del terzo posto. In Gara-2, invece, Cairoli è riuscito ad andare in fuga da subito mentre il suo rivale Herlings veniva a contatto con Fevre. Mentre l'italiano scappa dietro la rimonta dell'olandese è furiosa: il ritmo imposto dal pilota siciliano è indiavolato ma non abbastanza da scoraggiare Herlings che, nelle battute conclusive affianca Cairoli superandolo all'esterno e andandosi a prendere la vittoria anche nella seconda manche.

L'italiano distante 62 punti dalla vetta

Una vittoria che permette a Herlings di fare un passo in più verso la conquista del titolo; la tappa francese, infatti, segnava la metà esatta del mondiale e, dopo la battaglia transalpina, l'olandese guida il campionato con 486 punti, 62 in più rispetto allo squalo di Patti che ne ha collezionati fino ad ora 424. Per Herlings è la quarta doppietta consecutiva, la nona vittoria di manche di fila: un dominio che Cairoli dovrà riuscire a interrompere già a partire dalla prossima gara che si disputerà ad Ottobiano. La tappa italiana rappresenta l'occasione giusta per recuperare terreno, il modo migliore per tornare alla vittoria e non dire addio troppo presto alla speranza di scrivere la storia del motocross.