Campionato MXGP – credito fotografico Youthstream
in foto: Campionato MXGP – credito fotografico Youthstream

Il conto alla rovescia sta per concludersi e finalmente i tanti, tantissimi, tifosi dell’otto volte Campione del Mondo di Motocross, Antonio “Tony” Cairoli, potranno assistere allo spettacolo del primo dei due appuntamenti in terra italiana del Mondiale Motocross, sul crossodromo “Ciclamino” di Pietramurata, in provincia di Trento. Si tratta anche della prima tappa nel vecchio continente dopo le prime tre prove corse in Qatar, Thailandia ed Argentina. Nelle sei manches disputate si sono alternati quattro diversi vincitori, con Nagl autore di una doppietta a Losail e di una vittoria in Argentina, e con Cairoli, Villopoto e Desalle capaci di aggiudicarsi una manche a testa. La classifica però premia il più costante e così a Pietramurata sarà il belga Clement Desalle a dover difendere la tabella rossa sulla sua Suzuki.

Tutti in attesa dell’attacco di Cairoli

L’avvio di stagione ha messo in luce i protagonisti per la corsa al titolo ed è un peccato vedere che tra questi, almeno fino ad ora, sia assente il vice Campione del Mondo Jeremy Van Horebeek, costretto ad una doppia battuta d’arresto nel round thailandese. C’è attesa però per il primo vero attacco di Tony Cairoli, a 10 punti da Clement Desalle. Per l’ottovolante del Motocross c’è tanta voglia di rivalsa, per una serie di motivi che faranno emergere il famoso orgoglio italiano. In primis la voglia di riscattare la prestazione dello scorso anno nel GP del Trentino, dove un quarto ed un sesto posto avevano lasciato l’amaro in bocca al pilota KTM. Il “Ciclamino” non è di certo tra le piste più amate da Cairoli, ma sicuramente l’abbraccio del suo pubblico saprà regalare quella carica necessaria ad avere in pista una marcia in più. E poi c’è la sfida diretta contro i suoi avversari. Ridimensionato il ruolo di Ryan Villopoto, capace comunque di aggiudicarsi il GP della Thailandia, ora nel mirino di Cairoli c’è Nagl, con il quale non solo condivide la seconda posizione nella classifica, ma contro il quale sono nati dei dissapori dopo l’ultimo GP in Argentina, con il tedesco colpevole di aver danneggiato volontariamente il gate di partenza, e definito da Cairoli come “una persona che non merita rispetto”.

Ridimensionato Ryan Villopoto, in cerca del successo

Dal Diavolo Rosso ci si aspettava tanto, ma come spesso accade, le troppe aspettative, rischiano poi di ridimensionare la sorpresa. Forse è quello che è accaduto con Villopoto, mostro sacro del motocross a stelle e strisce, ma che con la formula a due manches del Mondiale, con tre gare in tre angoli diversi del mondo e con avversari del calibro di Cairoli, Desalle, Nagl e compagnia, deve ancora prendere le misure e stabilire il suo reale potenziale. Dalla parte del pilota Kawasaki si deve comunque mettere in conto la vittoria del GP di Thailandia, ma rimane ancora l’ombra della gara di esordio in Qatar, assolutamente da riscattare. L’occasione potrebbe essere proprio la prima gara in terra europea. Una prova d’esame per Villopoto che saprà sicuramente trasformarsi in grande spettacolo per gli appassionati.

Come seguire le gare della MXGP

Il modo più spettacolare è senza ombra di dubbio quello di raggiungere il crossodromo “Ciclamino” di Pietramurata, a pochi chilometri da Arco di Trento. In alternativa l’esclusiva Mediaset permette di seguire entrambe le manche sintonizzandosi su Italia 2 per Gara 1 alle ore 14:00 e per Gara 2 alle ore 17:00.