Il fango di Mantova non ferma Tony Cairoli. Dopo una brillante qualifica, il campione siciliano conquista la prima delle due gare del Gp di Lombardia, quinto round del campionato MXGP 2019 che riparte da Mantova per la seconda delle tre tappe italiane in calendario dopo l’ultimo round a Pietramurata e il GP di Imola del prossimo 18 agosto.

Vittoria in solitaria in gara 1

Alla partenza di gara-1, su una pista ridotta a un acquitrino dalla pioggia di ieri sera, Cairoli ha approfittato da subito di una caduta di Tim Gajser, finito a terra insieme ad altri piloti alla prima curva e poi caduto un altro paio di volte, in un’odissea che gli ha riservato anche un contatto in aria, riuscendo comunque nell’impresa di risalire fino alla decima posizione.

Al comando della corsa, Cairoli ha invece gestito una gara difficile, spingendo senza esagerare su un terreno molto morbido e che ha complicato non poco la guida dei piloti. Secondo al traguardo, staccato di 10 secondi, Paulus Jonass seguito da Arminas Jasikonis, riusciti nel finale a scavalcare il britannico Max Anstie nella lotta per il podio. Quinto Clemente Desalle davanti a Gautier Paulin, Jeremy Seewer, Glees Colenhoff e Shaun Simpson. Gara-1 sfortunata per Ivo Monticelli, costretto al ritiro da un problema alla sua KTM quando era in lotta per il podio.

GP di Lombardia che inizia al meglio per Cairoli che sale a quota sei successi da inizio stagione con le doppiette in Argentina e Olanda e la vittoria in Gran Bretagna. Dal margine di 16 punti con cui era arrivato a Mantova, il campione siciliano porta a 27 lunghezze il suo vantaggio su Gajser. In MX2, dopo una qualifica non brillantissima, Jorge Prado ha vinto la gara-1 davanti al belga Jago Geerts e l’australiano Jed Beaton. Nono l’azzurro Morgan Lesiardo, 16° Joakin Furbetta. Partenza della seconda manche fissata alle 16:10 per MX2 e alle 17:10 per la MXGP.