Max Verstappen – Getty images
in foto: Max Verstappen – Getty images

"Verstappen ha sia causato un contatto forzato sia spinto Charles fuori dalla pista quindi gli elementi sono chiari e limpidi; il regolamento parla chiaro" aveva dichiarato Mattia Binotto; i commissari del GP d'Austria, però, non devono pensarla come il team principal della Ferrari visto che l'olandese, dopo il contatto con il monegasco, è stato graziato. Gli steward, infatti, hanno deciso di non procedere lasciando al pilota della Red Bull la vittoria conquistata in pista.

La decisione degli steward

La Direzione Gara, quindi, ha deciso di non punire il contatto tra il pilota della Red Bull e quello della Ferrari avvenuto a pochi chilometri dalla conclusione della gara: Verstappen, infatti, aveva provato il sorpasso all'interno sul monegasco che ha provato a resistere. La manovra dell'olandese, però, ha portato il ferrarista fuori pista senza lasciargli lo spazio necessario per rientrare arrivando al contatto; una mossa che, nonostante il ruota a ruota, ha portato i commissari a non propendere per la penalità di 5 secondi che lo avrebbero privato della vittoria.

A rendere ancora più esasperante l'attesa anche la diffusione di un comunicato fake nel quale si dava notizia della vittoria di Charles Lelcerc, news prontamente smentita e che non ha fatto altro che allungare i tempi dell'ufficialità vera e propria, arrivata a molte ore dall'esposizione della bandiera a scacchi. Poi la decisione di non punire il pilota della Red Bull, l'ennesima decisione beffa per la scuderia di Maranello, privata ancora una volta della prima vittoria stagionale che, a questo punto, sta diventando una vera e propria chimera.