Alex Marquez,23 anni, insieme l fratello Marc, 26 / Getty
in foto: Alex Marquez,23 anni, insieme l fratello Marc, 26 / Getty

Alla fine di uno dei weekend più caldi del Motomondiale, tra i rumors che lo davano vicino alla firma con Petronas in vista di un possibile salto in MotoGP con la Yamaha, le indiscrezioni sul tentativo di Jorge Lorenzo di lasciare la Honda per tornare in Ducati e l’improvvisa partenza dalla KTM di Johann Zarco, si spengono le voci di mercato intorno ad Alex Marquez: l’ex campione della Moto3 e fratello del sette volte iridato Marc Marquez correrà un altro anno in Moto2, difendendo i colori del team Marc Vds con cui attualmente è in testa al campionato. La scuderia belga ha ufficializzato oggi il rinnovo con lo spagnolo che resterà dunque in classe intermedia anche nel 2020, chiudendo a tutte le ipotesi di un suo passaggio in MotoGP.

Alex Marquez resta in Moto2

Al momento, il principale obiettivo di Alex e del team Marc Vds è la conquista del titolo in Moto2, una possibilità più che concreta, visti i buoni risultati ma soprattutto il grande stato di forma con cui il più giovane dei fratelli Marquez sta affrontando questa stagione. Con cinque vittorie nelle ultime sei gare e il secondo posto conquistato in Austria, Alex ha rafforzato il suo vantaggio sul secondo in campionato, lo svizzero Thomas Luthi, che in classifica lo segue con 43 punti di ritardo.

Per lo spagnolo quella del prossimo anno sarà la sesta stagione con la scuderia di Marc van der Straeten. "Sono molto contento di poter annunciare che nella prossima stagione continuerò a correre con il team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS in Moto2. Ringrazio molto la squadra per la sua fiducia, con una rinnovata struttura tecnica, che è parte degli attuali successi, potrò continuare un anno in più a migliorare come pilota ed innalzare il mio livello di guida in preparazione a quello che è il mio sogno, andare in MotoGP. Ringrazio anche Estrella Galicia 0,0 per la fiducia che ha dato in tutti questi anni e Van der Straten che continuerà a sostenermi nella mia carriera affinché possa partire per raggiungere l'obiettivo in Moto2".

Soddisfazione anche nelle parole di Marc van der Straten: "Sono davvero contento del fatto che questo ragazzo, pilota e uomo, resti con noi un altro anno. Ci avrebbe fatto piacere un suo passaggio in MotoGP l'anno prossimo, perché si merita il meglio e noi glielo auguriamo. Sicuramente non ci sarebbe piaciuto se fosse rimasto in Moto2 con un'altra squadra. In caso di vittoria del titolo quest'anno, ci sarebbe dispiaciuto se avesse difeso il titolo nel 2020 con una squadra che non fosse quella che lo ha formato in questa classe. Fortunatamente resterà con noi e potrà completare il suo percorso in Moto2 con il Team che lo ha visto crescere".