La E.c. OnlyOne P8 / James Edition
in foto: La E.c. OnlyOne P8 / James Edition

Progettata a Ferrara e realizzata a Mirandola, in provincia di Modena, la Only One P8 è in vendita sul sito specializzato James Edition dove “si è scatenato il mondo”. A Il Resto del Carlino, l’ideatore del progetto, l’ex pilota Enea Casoni, ha parlato di contatti avanzati con misteriosi e facoltosi acquirenti, visto che l’incredibile vettura, costruita in un unico esemplare, costa 2 milioni e mezzo di euro. “La P8 ha un’accelerazione laterale di 2,2 g, non c’è nulla di simile al mondo – racconta Casoni – E anche la risposta in frenata è doppia rispetto alle auto da corsa”.

OnlyOne P8, supercar made in Italy da 2 milioni e mezzo di euro

La P8, giallo Modena (“Un omaggio all’Italia che trionfa nelle corse”) è spinta da un motore V8 da 600 cv che le permette di raggiungere una velocità limitata di 320 km/h. “Potevamo spingerci oltre, ma è concepita per la performance, non per il record assoluto di velocità” spiega Casoni che, prima degli aspetti tecnici, mette la passione. “Mio nonno e mio padre erano pilota da corsa, ho guidato le auto più belle e potenti degli ultimi trent’anni, a un certo punto ho deciso di inseguire un sogno ambizioso. Creare la macchina perfetta, che toglie il fiato solo a guardarla. E il cui solo rombo innesca l’emozione”.

Il design della vettura è ispirato al tempo in cui “le macchine da corsa erano per uomini” si legge nell’inserzione. “Senza splitter e ali siamo riusciti ad ottenere una significativa deportanza. Abbiamo un cambio manuale a sei rapporti oltre ad aver installato un sistema a 12 posizioni per ABS e controllo di trazione”.  Le prestazioni, assicurate da un peso ridotto a 1200 Kg, sono “strettamente correlate alla sensibilità meccanica del guidatore, espimendo il suo reale livello di velocità”.

Il progetto E.C. OnlyOne è nato nel 2015 con la prima vettura, la P1: “Non chiedetemi a chi l’ho venduta e a quanto – sorride Casoni – dico solo che l’acquirente la usa normalmente, non la tiene in garage come un pezzo da collezione. Per la P8, invece, la prima uscita ufficiale lo scorso novembre in occasione della Gumball 3000 di Londra, una sorta di Mille miglia riservata alle supercar, dove ha catalizzato l’attenzione. “Ma non inseguo la pubblicità. Ho messo un’inserzione su un sito specializzato e si è scatenato il mondo. Sicuramente andrà a qualcuno che ha i soldi per permettersela ma c’è anche il desiderio di provare la grinta di un’auto, modernissima, che ricorda le atmosfere delle grandi sfide di Monza, Sebring, Le Mans”.