Kimi Raikkonen – Instagram
in foto: Kimi Raikkonen – Instagram

Nascere nel 1979, per un pilota, sembra equivalere a un vero e proprio attestato non solo di longevità, ma anche di successo: a questo anno, infatti, appartengono due dei più illustri interpreti della velocità sia a due che quattro ruote. Kimi Raikkonen e Valentino Rossi, oltre che dalle vittorie – con un palmarès più ricco per il secondo -, sono accomunati proprio dall'anno di nascita.

Fresh gear and colors.

A post shared by Kimi Räikkönen (@kimimatiasraikkonen) on

Il finlandese pronto all'esordio con l'Alfa Romeo Racing

Entrambi pronti a tagliare il traguardo dei 40 anni, entrambi pronti a gettarsi a capofitto nella nuova stagione: se per il pesarese, però, sarà l'ennesima in sella alla Yamaha, per il finlandese inizierà una nuova avventura lasciandosi alle spalle la Ferrari, scuderia con la quale è diventato campione del mondo nel 2007, per abbracciare l'Alfa Romeo Racing al fianco di Antonio Giovinazzi. La voglia, però, è sempre la stessa come confermato dallo stesso Raikkonen che si è lasciato andare a un paragone proprio con il Dottore delle due ruote.

Valentino sembra che si stia ancora godendo l’esperienza, non credo che senta di avere 40 anni – ha dichiarato il finlandese ai microfoni di Sky–. Gli faccio gli auguri. Nemmeno io sento nella testa di avere l’età che ho. A volte non è facile, però non mi sento così anziano, a livello mentale mi sento molto più giovane di prima. Di testa sto bene. Continueremo a dare il massimo e a fare il nostro meglio.

La Rossa di Maranello rappresenta ormai il passato, adesso nella testa del finlandese c'è solo l'Alfa Romeo da far crescere per cercare di arrivare a ridosso dei top team. Un sogno che, almeno secondo Raikkonen, non è così impossibile: "Il team è diverso rispetto a dov'ero la scorsa stagione, ma c'è tanto potenziale e sono migliorate molte cose. Dobbiamo sicuramente fare tanto lavoro per migliorare le cose, speriamo di iniziare bene. Siamo tutti entusiasti, è un bel momento dell’anno, durante il quale si fa vedere la nuova macchina. Si vedrà nelle prime prove delle stagione, come ho detto l’importante è dare tutto ciò che abbiamo, ma ho delle buone sensazioni, non ho dubbi che possiamo fare bene" ha concluso.