Kimi Raikkonen – Getty images
in foto: Kimi Raikkonen – Getty images

La stagione 2017 si avvia alla conclusione e i team, con entrambi i mondiali assegnati, sono già concentrati sulla prossima stagione: quella che andrà in scena in Brasile sarà una gara utile soprattutto per cominciare a programmare il prossimo campionato portando in pista soluzione che saranno adottate nel 2018. Tra le scuderie che vogliono chiudere al meglio questa stagione c'è sicuramente la Ferrari che, dopo la beffa subita dalla Mercedes e Lewis Hamilton, capaci di rimontare dopo la pausa estiva chiudendo in anticipo i giochi, vogliono dimostrare di valere più di quanto mostrato nelle ultime gare.

Tra i più delusi c'è Kimi Raikkonen: il finlandese non è mai riuscito a chiudere davanti a tutti in questa stagione – anche se a Monaco e in Ungheria avrebbe avuto il passo per farlo – e spera di riuscire a togliere lo zero dalla casella vittorie nelle ultime due gare dell'anno. Il pilota della Rossa torna sulla pista che lo incoronò campione del mondo nel 2007, ma non ci sarà spazio per i ricordi: il finnico è concentrato solo sul presente e già proiettato al futuro che si aspetta radioso.

E' stata una bellissima giornata, così come tutto l'anno. Ci sono stati molti bei momenti e sono felice di questi ricordi, ma il fatto di pensarci non mi cambia la vita quest'anno – ha dichiarato il conferenza stampa -. Non siamo dove vorremmo essere, non sono felicissimo e ci è voluto un po' per capire il setup. Come team abbiamo fatto un ottimo percorso, dei bei passi in avanti che non sono stati abbastanza, ma abbiamo gli strumenti. Dobbiamo perfezionare queste cose, non commettere errori che sono stati fondamentali. Abbiamo tutto al posto giusto e in queste ultime due gare cercheremo di portare a casa la vittoria.

Nel 2018 vorrò lottare per il campionato e per stare tutti i weekend davanti. Dobbiamo imparare da quest'anno per migliorare nel prossimo. Ricominceremo da zero e molto dipenderà da questo inverno. Vedremo come andrà già dalle prima gare e il nostro obiettivo è fare meglio, lottando per il campionato sia come team che come piloti. Le cose sarebbero potute andare meglio quest'anno, ma anche peggio.

Il saluto all'ex compagno Massa

Raikkonen è pronto a dimostrare che è la Ferrari la macchina migliore e che sarà la squadra di Maranello quella da battere nel 2018; una missione, quella del finlandese, che si annuncia piuttosto complicata visto lo stato di forma di Lewis Hamilton, capace di vincere ben 5 delle ultime sette gare. Il protagonista assoluto del weekend, però, non sarà di certo lui così come non lo sarà il neo campione del mondo, ma Felipe Massa, che ha annunciato il ritiro. Tanti i ricordi che legano il brasiliano e il finnico della Rossa che ha voluto ricordare l'ormai ex compagno di squadra ai tempi di Maranello: "Ho sempre avuto un bel rapporto con lui, quando eravamo insieme alla Ferrari. Abbiamo vinto due mondiali costruttori come compagni di squadra, sono stati ottimi anni quelli con lui e io gli auguro il meglio" ha concluso.